Sanità

nov242011

Pani (Aifa), su innovativi no differenze regionali

Per i farmaci ad alta innovatività ci sono differenze regionali che dovrebbero essere superate per evitare discriminazioni fra i pazienti: lo afferma il neo direttore generale dell'Aifa, Luca Pani, insediato da appena cinque giorni all'agenzia del farmaco dove è stato chiamato a sostituire l'uscente Guido Rasi andato a guidare l'agenzia europea del farmaco. «L'Aifa sta lavorando sulla parte innovativa e sui logaritmi per valutare l'innovazione dei nuovi farmaci rispetto a quelli esistenti» ha spiegato Pani «e abbiamo un sistema che permette di valutare il costo beneficio e il beneficio prezzo, valutazioni oggi particolarmente importanti». Sulla base di questa valutazione i farmaci vengono riconosciuti come innovativi ma poi la questione diventa politica e ogni regione può decidere se riconoscere quel prodotto all'interno del proprio prontuario. «È un problema che va affrontato» ha spiegato «perché i prontuari farmaceutici regionali poi decidono in modo autonomo. L'idea, ha concluso, potrebbe essere quella di rivedere il prontuario farmaceutico nazionale».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi