Sanità

mar282014

Parafarmacie, concorrenza al centro per sviluppo economico

Scioscia_Giuseppe

«Sul tavolo del ministero dello Sviluppo economico e su quello dell''Antitrust giace da anni un ddl concorrenza che inizialmente conteneva anche l''impegno di liberalizzare la vendita dei medicinali con obbligo di ricetta bianca, quelli cioè a totale carico del cittadino: il ministro Guidi riparta da lì». È questo l''appello che le Parafarmacie italiane rivolgono Federica Guidi, neo ministro dello Sviluppo economico dopo la sua audizione alla Camera. «Il ministro ha messo la concorrenza al centro del suo programma di governo» commenta Giuseppe Scioscia (foto) rappresentante nazionale delle Parafarmacie «se dunque l''obiettivo di questo governo è rafforzare la competitività del sistema produttivo italiano allora ci auguriamo che le liberalizzazioni della Guidi comprendano anche la riforma dei farmaci, nel solco di quanto inizialmente previsto dal ddl concorrenza che giace da tempo sui tavoli del ministero dello Sviluppo economico e su quello dell''Antitrust». Le Parafarmacie, ricorda una nota, oggi sono oltre 4mila e 500 e hanno creato «circa 10 mila nuovi posti di lavoro e soprattutto hanno determinato un abbassamento dei prezzi dei farmaci a tutto vantaggio del cittadino consumatore a costo zero per lo Stato».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO