Sanità

ott142015

Parafarmacie, da oggi assistenza legale contro pratiche commerciali scorrette

Parafarmacie, da oggi assistenza legale contro pratiche commerciali scorrette
Per tutelare i farmacisti di parafarmacia discriminati dalle prassi commerciali scorrette operate da imprese di produzione o di distribuzione dei farmaci, la Federazione nazionale parafarmacie italiane ha attivato un call center per fornire consulenze e pareri di carattere legale. L'ufficio legale è attivo da oggi, sarà gestito dalla Federazione ed è consultabile per un giorno a settimana.La Federazione ha più volte segnalato il fenomeno e circa un anno (cfr. Farmacista33 - 18 novembre 2014) fa aveva inviato alle imprese rivendicando un'uguaglianza di trattamento indicata nel decreto legge n. 201 del 6 dicembre 2011 (articolo 32, comma 3) che, come precisa il presidente della Fnpi, Davide Gullotta «è chiaro al riguardo» e stabilisce che «le condizioni contrattuali e le prassi commerciali adottate dalle imprese di produzione o di distribuzione dei farmaci che si risolvono in una ingiustificata discriminazione tra farmacie e parafarmacie quanto ai tempi, alle condizioni, alle quantità e ai prezzi di fornitura, costituiscono casi di pratica commerciale sleale ai fini dell'applicazione delle vigenti disposizioni in materia».
Purtroppo, commenta Gullotta «sono molte le aziende farmaceutiche che applicano condizioni diverse solo sulla base di una differente denominazione sociale (Farmacia o Parafarmacia). Da oggi in avanti la federazione vigilerà a tutela dei colleghi ed ogni abuso vagliato dal nostro ufficio legale: un tassello aggiuntivo che ciirrobustisce le spalle di fronte alle sfide future».

Simona Zazzetta
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO