Sanità

ago22018

Parafarmacie, Fnpi: da Lega dichiarazioni gravi, non siamo addetti privi di competenze

Parafarmacie, Fnpi: da Lega dichiarazioni gravi, non siamo addetti privi di competenze
Nelle parafarmacie italiane lavorano, per legge, farmacisti laureati, abilitati e iscritti all'ordine e non "addetti privi delle necessarie competenze". Così la Federazione nazionale parafarmacie italiane risponde alle dichiarazioni della deputata della Lega, Arianna Lazzarini, segretario della Commissione Affari Sociali della Camera che, in un post su Facebook ha scritto che "quando si parla di salute delle persone occorre una professionalità specifica: in questo caso quella di un farmacista, non certo di un addetto privo delle necessarie competenze". E con riferimento a una possibile ipotesi di liberalizzazione del settore ha voluto ribadire "il principio per cui i farmaci non sono beni di consumo da poter acquistare al supermercato come fossero caramelle".

In una nota stampa, Matteo Branca, presidente Fnpi, sottolinea che l'attenzione delle varie anime del governo all'argomento liberalizzazioni è apprezzabile ma «sulla base di informazioni errate e fuorvianti, la Lega rischia di tradire e abbandonare migliaia di piccole imprese e le migliaia di farmacisti delle parafarmacie di vicinato italiane, utile risorsa sanitaria, sociale, occupazionale, economica, imprenditoriale di questo Paese, favorendo invece le multinazionali che stanno acquisendo le farmacie. La Lega faccia, come è giusto, le sue scelte politiche, ma prenda le distanze da affermazioni, come quelle della deputata Arianna Lazzarini, che parla di caramelle al supermercato, di "addetti privi delle necessarie competenze". Sono dichiarazioni gravi, disinformate e fuorvianti, che non fanno onore né al governo né al partito di cui fa parte e ci auguriamo siano frutto di un abbaglio e che le voglia al più presto correggere. Ci rendiamo ovviamente disponibili a fornirle tutte le informazioni corrette perché si faccia un'opinione più lucida. Ci aspettiamo che anche la Fofi, pur rimanendo fuori dall'agone politico, intervenga a chiarire che nelle parafarmacie italiane lavorano per legge farmacisti laureati, abilitati e iscritti all'ordine».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO