Sanità

set132017

Parafarmacie, frattura insanabile nella Fnpi. Dimissionari: politica non condivisibile

Parafarmacie, frattura insanabile nella Fnpi. Dimissionari: politica non condivisibile
È definitiva la spaccatura nel mondo delle parafarmacie rappresentate dalla Federazione nazionale parafarmacie (Fnpi): i referenti regionali di Basilicata, Lazio, Puglia, Emilia Romagna Umbria, Piemonte e Calabria, e il responsabile dei rapporti politici hanno rassegnato le dimissioni e la motivazione, spiegano, è maturata a seguito di una «insanabile frattura» con il presidente Davide Gullotta a causa di una conduzione «priva di metodo democratico e con chiusura e rifiuto di qualsiasi critica, anche su rispetto dello statuto». È quanto si legge in un comunicato diffuso dal Comitato anticrisi parafarmacia nato di recente, che denuncia, in particolare, il fatto che «i comunicati stampa degli ultimi mesi sono frutto di decisioni personale e non condivise a livello nazionale». «La politica del presidente Fnpi» affermano «è una politica che attualmente non ci sentiamo di condividere. Reputiamo che essa non persegua la tutela dei farmacisti titolari di sola parafarmacia che vivono un'emergenza sindacale reale e concreta».

E aggiungono che in questo modo la Federazione «si sia messa in contrasto con le istanze professionali dei farmacisti che vi operano». I dimissionari ritengono che la normativa attuale sulle parafarmacie «limiti l'esercizio della professione, creando così enormi disparità di trattamento all'interno della categoria tutta, disparità che può essere superata solo con un riassorbimento dei farmacisti titolari di sola parafarmacia». E aggiungono che tali istanze «non sono state tenute in giusta considerazione dall'attuale, in scadenza di mandato, presidente Gullotta, che invece continua a tutelare gli interessi di soggetti che a vario titolo non professionale sono proprietari di parafarmacia». (SZ)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO