Sanità

giu242011

Parafarmacie, sentenza Tar su croce verde è falso problema

Non può essere una croce e il suo colore a confondere il cittadino italiano: ciò che veramente confonde secondo il forum parafarmacie è che il farmacista possa vendere tutti i farmaci, in farmacia, mentre in parafarmacia solo un ristretto numero di questi

«Non può essere una croce e il suo colore verde a confondere il cittadino italiano: ciò che veramente confonde i nostri consumatori è constatare come la stessa figura del farmacista possa vendere tutti i farmaci, se svolge la sua attività in farmacia, mentre in parafarmacia solo un ristretto numero di questi». Così il Forum nazionale delle parafarmacie commenta, in una nota, la sentenza del Tar «che ha dichiarato illegittimo l'uso della croce verde dalle parafarmacie». La sentenza «non è un fulmine a ciel sereno, né tantomeno ci preoccupa» spiega il Forum. «Tuttavia, ci preme precisare che il decreto Bersani del 2006 nulla diceva in proposito». L'associazione si dice «meravigliata» invece, «che Federfarma, sindacato dei titolari di farmacia, avendo poco a cui appigliarsi, strumentalizzi queste occasioni banali per attaccare le parafarmacie e i suoi professionisti. A questo punto, accanto alla richiesta, avanzati ormai da anni, di mutare il nome dei nostri esercizi da “parafarmacie” in “Farmacia Non Convenzionata”, porteremo avanti anche l'esclusività del colore: il nostro sarà arancione».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi