farmaci

mag262011

Per il placebo conta anche il colore e le dimensioni

Per far andar via il mal di testa, meglio i confetti e le capsule delle compresse, soprattutto se grosse e di colore rosso o arancione, invece di verde e blu

Anche il colore e le dimensioni di una pillola possono condizionare un effetto placebo, come ha dimostrato lo studio sulle cefalee condotto da Randall Week, del New England Center for Headache di Stanford. È, infatti emerso, dai dati presentati a Stresa al congresso organizzato dal centro cefalee dell'istituto Besta di Milano, che per far andar via il mal di testa, meglio i confetti e le capsule delle compresse, soprattutto se grosse e di colore rosso o arancione, invece di verde e blu. Il ricercatore dimostra le variazioni neurologiche e neurochimiche indotte dall'uso di placebo, che stanno portando a un nuovo indirizzo di trattamento cui ricorrere quando non resta altro da fare. I più recenti studi indicano infatti che il placebo non ha, come si pensava, un effetto breve ma che dura a lungo. E questo effetto incide su ogni atto medico, al punto da cambiare l'efficacia di un vero farmaco semplicemente per via del suo colore o della sua forma, due fattori che agiscono differentemente sulla psiche del paziente. Inoltre, più complesso è il rituale messo in atto dal medico durante la visita sul paziente, maggiore sarà l'effetto antidolorifico del farmaco che gli prescrive. E se lo stesso medico è convinto che funzionerà, la percentuale di pazienti che sta meglio sarà maggiore, perchè è come se trasmettesse loro la fiducia di guarire.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO