Sanità

ott92017

Pharmevolution, Cossolo: serve un cambio di passo per la categoria

Pharmevolution, Cossolo: serve un cambio di passo per la categoria
Nel convegno di chiusura di Pharmevolution - la tre giorni catanese organizzata da Gioacchino Nicolosi, presidente di Federfarma Sicilia - Marco Cossolo fa un primo bilancio dei mesi iniziali ai vertici di Federfarma e indica la strada per l'immediato futuro. La legge sulla Concorrenza, ormai non più Ddl, non è un dramma ma un dato di fatto con cui confrontarsi e, soprattutto "non è colpa delle multinazionali né di Annarosa Racca, semmai di una categoria, la nostra, che non è stata in grado di fare sistema". Ecco allora la svolta auspicata: rendere più stretti i rapporti con tutte le rappresentanze di categoria, a partire da Federfarma Servizi e Fofi, puntare su progetti condivisi. Uno per tutti, Cossolo ricorda quello della "rete delle reti", su cui verterà, il prossimo weekend, a Firenze, la convention di Federfarma Servizi-Federfarmaco.


Un progetto al quale guarda con attenzione anche Mauro Giombini, presidente di Adf (Associazione distributori farmaceutici), che, interrogato da Farmacista33 sul tema, si mostra cauto, nell'attesa di comprenderne più chiaramente i contorni, ma ben predisposto verso una eventuale sinergia con Federfarma Servizi, altro versante associativo della distribuzione intermedia, rappresentato a Catania dal presidente Antonello Mirone. I tempi cambiano, cambia anche il sindacato. "Se Federfarma rinuncia", afferma con forza Cossolo, "a occuparsi della sostenibilità economica delle farmacie non fa il suo dovere. Si parla tanto di indipendenza e libertà, ma una farmacia che non si sostiene non è né libera né indipendente. Attenzione perché, senza un cambio di passo, rischiamo di diventare una riserva indiana". Intanto il cammino per il rinnovo della Convenzione è ripreso, dopo che pareva completamente arenato, e un'altra grande sfida è adesso quella della cronicità, da giocare Regione per Regione: "Quando si parla di trasferimento dell'assistenza dall'ospedale al territorio non significa che sul territorio ci siano soltanto le farmacie, anzi, bisogna essere in grado di fornire servizi di qualità".


Giuseppe Tandoi
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO