farmaci

lug102019

Pillola contraccettiva, fornitura annuale più efficace e conveniente in riduzione gravidanze indesiderate

Pillola contraccettiva, fornitura annuale più efficace e conveniente in riduzione gravidanze indesiderate

Pillola contraccettiva, uno studio usa evidenzia l'efficacia di una fornitura annuale nella riduzione delle gravidanze indesiderate e delle spese

La fornitura di contraccettivi orali per 12 mesi risulterebbe più efficace di quella tradizionale su 3 nella riduzione delle gravidanze indesiderate: la chiave risiederebbe nell'annullamento dell'intervallo che solitamente intercorre tra le forniture del farmaco. Un modello annuale permetterebbe inoltre un risparmio di quasi 90 dollari sul costo annuale del trattamento per donna (700,60 dollari il costo di una fornitura annuale, 787,72 dollari per 4 forniture trimestrali). Questi i dati salienti di uno studio della University of Pittsburgh School of Medicine, recentemente apparso su Jama.

La ricerca sulla fornitura di contraccettivi

La ricerca è stata condotta su un gruppo di 24.309 donne al termine del servizio militare, iscritte dunque all'assicurazione sanitaria Veterans Affairs, sessualmente attive e decise a evitare la gravidanza per almeno un anno. A questo gruppo è stata consegnata una fornitura annuale di contraccettivi orali. I ricercatori hanno poi sfruttato un modello informatico per valutare l'impatto che la riduzione del numero di forniture avrebbe sulla diminuzione delle gravidanze indesiderate e sul costo pro capite.
Per quanto concerne il primo aspetto, i dati forniti dalla Veterans Affairs mostrano come, con una fornitura trimestrale, il 43% delle donne incappi in un periodo di interruzione della pillola di almeno sette giorni, dovuto alla necessità di approvvigionarsi nuovamente del farmaco. Questo periodo di "non copertura" si presta all'insorgere di gravidanze indesiderate, che costituiscono una voce di spesa importante nello studio.

Il risparmio sulle gravidanze indesiderate

L'analisi dell'aspetto economico si concentra non tanto sul risparmio derivante dalla semplice dispensazione del farmaco in una quantità maggiore, ma anche su quello conseguente alla riduzione delle gravidanze indesiderate. Se infatti il costo per la dispensazione annuale pro-capite è di 700,60 dollari, a fronte dei 787,72 di quattro trimestrali (87,12 dollari ciascuna, che moltiplicati per il totale delle donne esaminate, 24.309, porta a una spesa totale a carico della Veterans Affairs di 2,1 milioni), il risparmio maggiore si ottiene dalla riduzione delle gravidanze indesiderate: il modello ha calcolato 149 possibili gravidanze indesiderate su 1000 donne con la fornitura annuale, 24 in meno rispetto alle 173 del modello trimestrale; tale riduzione, estesa a tutto il gruppo di donne in trattamento con i contraccettivi a dispensazione annuale, porterebbe a 583 gravidanze evitate ogni anno, con evidenti ripercussioni in termini di risparmio per le assicurazioni sanitarie.
«La fornitura trimestrale è la norma, ed è pensata per risparmiare in termini di prevenzione dello spreco, evitando di fornire ai pazienti più farmaci di quelli che poi andranno a utilizzare», ha spiegato Colleen Judge-Golden della University of Pittsburgh, coautrice dello studio. Tuttavia, «le preoccupazioni sullo spreco sono messe in ombra dai potenziali risparmi sulla spesa derivante dalle gravidanze. Alcuni giorni senza assunzione dei contraccettivi possono portare a gravidanze indesiderate».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO