Sanità

dic102019

Pillola del giorno dopo, Ginecologi Uk: in libera vendita in farmacia senza consiglio da farmacista

Pillola del giorno dopo, Ginecologi Uk: in libera vendita in farmacia senza consiglio da farmacista

La contraccezione d'emergenza dovrebbe essere disponibile al banco nelle farmacie inglesi senza la necessità di consultare prima il farmacista. La proposta della Royal College of Obstetricians and Gynecologists

La contraccezione d'emergenza dovrebbe essere disponibile nelle farmacie inglesi senza la necessità di una consultazione con il farmacista. È quanto chiede la Royal College of Obstetricians and Gynecologists (Rcog) che nel report "Better for women: improving the health and wellbeing of girls and women", pubblicato il 2 dicembre 2019, spiega che non sono emerse prove sull'uso improprio o l'abuso della contraccezione ormonale di emergenza e che l'attuale consultazione obbligatoria con un farmacista prima dell'acquisto funge da barriera all'accesso e può far sentire le donne "a disagio, imbarazzate o giudicate". A riportare il dibattito è la testata Uk Pharmaceutical Journal.

In Scozia e Galles la contraccezione d'emergenza (Ec) è disponibile gratuitamente e senza prescrizione medica. In Inghilterra, anche se non c'è obbligo di prescrizione medica, non è ancora gratuita e, come precisa il rapporto "le donne devono pagare fino a 35 sterline per accedere alla Ec una somma di denaro insostenibile per tante donne e che rafforza le molte disparità già esistenti nel campo dell'assistenza alla salute sessuale e riproduttiva".
Nelle farmacie in Canada e Scandinavia, la contraccezione d'emergenza orale è già disponibile "in front of the counter", dove può essere acquistata e utilizzata senza la supervisione del farmacista, "il Regno Unito deve seguire questo esempio" si afferma nel Rapporto, anche perché "la contraccezione di emergenza è disponibile nelle farmacie del Regno Unito da quasi 20 anni e non esistono prove che sia stata usata in modo improprio".

Il Rapporto Rcog ricorda anche che il ruolo del farmacista rimane centrale: "una consultazione in farmacia prima di acquistare i farmaci contraccettivi può aiutare le donne a fare la scelta migliore". Sandra Gidley, presidente della Royal Pharmaceutical Society, afferma che «esistono diversi tipi di Ec disponibili per le donne e, oltre a supportare la scelta migliore per la sua situazione, i farmacisti possono consigliare sull'uso futuro della contraccezione e sui rischi di infezioni a trasmissione sessuale». E aggiunge: «Il costo costituisce un ostacolo all'accesso ai medicinali e il Servizio sanitario nazionale inglese dovrebbe consentire alle donne di accedere gratuitamente alla contraccezione d'emergenza attraverso le farmacie comunitarie. Questi servizi esistono già in Scozia e in Galles ed è inaccettabile che le donne in Inghilterra debba ancora pagare».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO