Sanità

set62008

Più avvertenze con gli anti-TNF

La Food and Drug Administration raccomanda di rendere più efficaci le avvertenze, già esistenti, sul rischio di infezioni fungine associato all'uso di farmaci appartenenti alla categoria degli anti-TNF, come adalimumab (Humira) di Abbott, certolizumab pogol (Cimzia) di Ucb, etanercept (Enbrel) di Wyeth-Amgen e infliximab (Remicade), commercializzato negli Stati Uniti da Johnson & Johnson e in Europa da Schering-Plough. La raccomandazione fa seguito ad alcuni casi di decesso provocati da infezioni opportunistiche subentrate durante la cura con uno di questi farmaci Questi prodotti - ricorda una nota della Fda - agiscono come immunosoppressori e quindi riducono le difese naturali contro le infezioni, soprattutto micosi e in particolare l'istoplasmosi. Dei 240 casi registrati dall'Agenzia americana, 45 si sono rivelati letali, cioè circa il 20%. La rischiesta dell’FDA dovrà essere soddisfatta entro 30 giorni, o altrimenti fornire la spiegazione per cui non ritengano necessario questo provvedimento.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO