Sanità

ago242017

Polemica Federfarma Roma-Gervaso chiusa con la rettifica pubblicata su Il Messaggero

Polemica Federfarma Roma-Gervaso chiusa con la rettifica pubblicata su Il Messaggero
Verrà risolta con una cena la polemica che era scoppiata tra Federfarma Roma e il giornalista Roberto Gervaso. Tutto era nato da un articolo pubblicato su Il Messaggero lo scorso 18 agosto a firma proprio di Gervaso in cui lo stesso raccontava di aver girovagato per ore in gran parte di Roma alla ricerca, secondo lui vana, di una farmacia aperta. La reazione di Federfarma Roma non si era fatta attendere.

«Quando abbiamo letto l'articolo di Gervaso» ha detto Andrea Cicconetti, segretario di Federfarma Roma intervistato da Radio Radio «siamo rimasti basiti. È noto a tutti che a Roma, quando tutte le altre attività sono chiuse, le uniche che rimangono operative sono le farmacie. In caso la più vicina fosse chiusa anche se non si avesse accesso a Farmamia via smartphone o tablet, basterebbe leggere il cartello affisso all'esterno che indica tutte le farmacie di turno in quel giorno specifico. Nel caso in particolare, Gervaso avrebbe potuto raggiungere in pochi minuti una farmacia che presta servizio notturno e che era regolarmente segnalata sul cartello esposto in quella di Via Marmorata, la prima visitata da Gervaso. In questo modo si sarebbe risparmiato tutta la peregrinazione in giro per Roma che riferisce nell'articolo. Insomma, ci siamo trovati di fronte a un attacco immotivato e a un racconto inverosimile. A Roma esistono 28 farmacie notturne aperte ad agosto».

Il messaggio è stato recepito da Gervaso che ieri ha affidato a un nuovo articolo la rettifica del precedente e in cui, con ironia, pur ripetendo di non aver incontrato nessuna farmacia aperta durante la notte del 18 agosto, ha riconosciuto di essersi mosso sempre «nella direzione sbagliata». Il giornalista ha quindi invitato a cena Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma e lo stesso Cicconetti. «Caro Presidente, caro Segretario» scrive Gervaso «senza pazienti come me potreste chiudere i vostri templi di Esculapio. Mandatemene al più presto un elenco dettagliato. E non solo di quelle romane. Le visiterò tutte, anche senza cefalea, rinite e colon irritabile, tre delle infinite patologie di cui soffro. Senza di voi sarei già morto. Statemi vicino, anche con la frusta».

«Gervaso» ha concluso Federfarma Roma scrivendo in una circolare «risponde con la consueta ironia e arguzia che lo contraddistingue alle nostre precisazioni, prendendo atto della situazione e cercando una riconciliazione (con tanto di invito a cena) con le farmacie romane, di cui sostiene essere assiduo frequentatore. Una rettifica, doverosa nei confronti dei farmacisti romani stufi di essere continuamente attaccati, che abbiamo molto apprezzato anche per l'onestà intellettuale dimostrata in questa circostanza da un serio professionista come Gervaso».

Gianluca Casponi
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO