farmaci

feb62014

Polipillola migliora scarsa compliance agli antipertensivi

farmaci anziani

Nella maggioranza dei pazienti ipertesi in cura con più di un farmaco antipertensivo il passaggio da più medicinali a uno sola pillola che li contenga tutti migliora considerevolmente l’aderenza al regime posologico. Nella vita reale, sostengono i ricercatori taiwanesi dello studio pubblicato su hypertension, l’aderenza a lungo termine agli antipertensivi non supera il 40%. Tzung-Dau Wang del National Taiwan university hospital di Taipei e I suoi colleghi hanno misurato il beneficio dello switch da due farmaci a uno solo in 896 pazienti tramite il medication possession ratio (Mpr). L’esperimento ha considerato 12 mesi di terapia combinata seguiti da altri 12 mesi di terapia con gli stessi farmaci ma uniti in una sola compressa: l’Mpr è cresciuto considerevolmentepassando da 42% a 69% ma solo nei pazienti che il primo anno avevano una compliance bassa, mentre il beneficio per chi già aveva una buona aderenza alla terapia, in termini assoluti, è stato solo del 13%. Addirittura all’analisi multivariata l’Mpr è risultato inversamente correlato al grado di compliance pre-switch, al numero di farmaci e allo stadio di insufficienza cardiaca. Di conseguenza, concludono gli autori, il beneficio della monopillola sarebbe massimo all’inizio della terapia o nei soggetti che assumevano meno di tre farmaci antipertensivi, mentre non è consigliabile lo switch nei soggetti che assumono correttamente e con successo una politerapia antipertensiva. (E.L.)


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO