Clinica

mar12011

Possibile infezione da Hpv in 50% dei maschi

Metà della popolazione maschile potrebbe essere infettata dal papillomavirus. Lo affermano le proiezioni di uno studio del Lee Moffitt Cancer Center and Research Institute di Tampa, in Florida, pubblicate sulla rivista Lancet. I ricercatori hanno esaminato un gruppo di 1179 uomini tra i 18 e i 70 anni scelti in tre paesi, Usa, Messico e Brasile. I pazienti sono stati seguiti per circa due anni, verificando la presenza di infezione da Hpv. Secondo i calcoli dello studio l'incidenza dell'infezione da uno qualsiasi dei ceppi di Hpv su una popolazione generale può raggiungere il 50%, mentre ogni anno il 6% dei maschi contrae una infezione da Hpv di tipo 16, quello considerato più pericoloso perché oncogenico. La probabilità di contrarre l'infezione da quest'ultimo ceppo è più alta di 2,4 volte in chi ha nel corso della vita più di 50 partner sessuali, e di 2,6 volte negli uomini che hanno rapporti omosessuali con almeno tre partner. Mentre per le donne i benefici del vaccino contro l'Hpv sono ormai ben conosciuti, per gli uomini il dibattito sull'opportunità di fare campagne è ancora molto acceso: «Anche se continueremo a incoraggiare misure protettive come il condom» scrive la rivista in un editoriale di accompagnamento «la vaccinazione per l'uomo proteggerebbe non solo il soggetto che la pratica, ma avrebbe anche conseguenze sui partner sessuali».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO