Sanità

mar312017

Presidenza Aifa, Vella: un grande onore. Impegno per mantenere equo Ssn

Presidenza Aifa, Vella: un grande onore. Impegno per mantenere equo Ssn
«Desidero esprime il mio più sincero ringraziamento al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin per avere indicato il mio nome, e a tutti i rappresentanti della Conferenza Stato - Regioni che con il loro apprezzamento hanno condiviso la scelta che mi porta oggi alla presidenza dell'Agenzia Italiana del Farmaco». Così Stefano Vella, neo Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Aifa si esprime nella sua prima dichiarazione ufficiale dopo la nomina. «Chi mi conosce sa che ho dedicato tutto il mio impegno professionale alla ricerca e alla sanità pubblica. Considero questo incarico un grande onore e farò di tutto per averlo meritato quando sarà tempo di bilanci. Da domani affiancherò con la massima dedizione possibile il Direttore Generale Mario Melazzini, i nuovi colleghi del Consiglio di Amministrazione e il personale dell'Agenzia, tutti insieme impegnati per mantenere equo e sostenibile il nostro grande Sistema Sanitario Nazionale».

E proprio Melazzini sottolinea come la nomina di Vella «rafforza l'agenzia, le conferisce il valore aggiunto di un grande scienziato, apprezzato a livello internazionale per i suoi studi e per il suo impegno. Il curriculum di Vella» aggiunge Melazzini «ci dà la certezza di avere da oggi il sostegno di un ricercatore che per avere guidato il Dipartimento del Farmaco dell'Istituto Superiore di Sanità conosce e difende la sanità pubblica, conosce i meccanismi dell'amministrazione e difende la sostenibilità del sistema e soprattutto il paziente, che rimane sempre al centro dell'attività dell'Agenzia Italiana del Farmaco». Anche dal mondo delle aziende arrivano dichiarazioni di stima «la scelta premia la sua storia, il rigore professionale e le competenze nella Sanità» dichiara Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria mentre per Enrique Häusermann, Presidente di Assogenerici «la scelta è caduta su uno scienziato di assoluto valore, apprezzato da tutta la comunità scientifica nazionale e internazionale, portabandiera e simbolo delle migliori competenze e professionalità espresse dall'Istituto Superiore di Sanità».

Infine il plauso dei sindacati dei medici e dei farmacisti. «Auguriamo buon lavoro a Stefano Vella - dichiara il segretario nazionale della Fimmg Silvestro Scotti - e, conoscendo la sua particolare sensibilità verso i bisogni del paziente derivata da una lunga esperienza professionale come medico di famiglia, offriamo la massima disponibilità alla collaborazione della medicina generale italiana, sicuri di perseguire un obiettivo comune: quello di valutare e sostenere la qualità è la quantità di salute prodotta dal farmaco nel nostro Ssn». «Al neopresidente Vella formulo i migliori auguri di buon lavoro e confermo la piena disponibilità delle farmacie a collaborare con l'Agenzia del Farmaco nell'interesse della collettività e in particolare per tutelare la salute dei cittadini più fragili, quali malati e anziani» aggiunge Annarosa Racca, presidente di Federfarma.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO