OMEOPATIA

lug162015

Profilo e azione di Dulcamara

Solanum dulcamara è una pianta legnosa rampicante della famiglia delle Solanacee che cresce nei fossati umidi e presso le sponde dei ruscelli. La tintura madre viene preparata mediante la macerazione delle foglie e degli steli raccolti dopo la fioritura

Solanum dulcamara è una pianta legnosa rampicante della famiglia delle Solanacee che cresce nei fossati umidi e presso le sponde dei ruscelli. La tintura madre viene preparata mediante la macerazione delle foglie e degli steli raccolti dopo la fioritura. Contiene: saponosidi, che agiscono sulla gotta, sui reumatismi e sulle affezioni della pelle e glucoalcaloidi, responsabili degli effetti tossici.

Principali indicazioni
Dulcamara è utile per curare: problemi conseguenti all'esposizione al freddo umido, al tempo piovoso o nebbioso, soprattutto quando l'umidità succede ad un periodo caldo; disturbi conseguenti al raffreddamento dopo aver sudato o essersi bagnati. In particolar modo è utilizzata per curare: le rinofaringiti, le affezioni febbrili, l'asma o le tracheobronchiti; la diarrea che si presenta dopo un brusco abbassamento della temperatura, specie durante il caldo estivo; i dolori muscolo-tendinei che insorgono dopo essersi bagnati o aver sudato e migliorano con il movimento; per i problemi riguardanti la pelle come l'orticaria da freddo e l'eczema trasudante, le verruche larghe, lisce e molli presenti sul dorso delle mani e sulla schiena. Infine nelle cistiti scatenate dal freddo umido.

Caratteristiche psicologiche del malato
Non esiste una tipologia caratteristica del rimedio, tuttavia il soggetto si può presentare eccessivamente preoccupato per la sua salute, incline a evitare anche la più banale corrente d'aria umida che gli aggrava la salute.

Sintomi e modalità di reazione
Dolori di tipo nevralgico, acuti, strazianti e lancinanti accompagnati da una sensazione di freddo penetrante, oppure sordi, con intorpidimento o sensazione di contusione. Ostruzione nasale, specie durante il tempo umido, con impressione di avere muco nell'ipofaringe che spinge il soggetto a raschiarsi continuamente la gola. Diarrea giallo-verdastra dopo un raffreddamento. Eruzioni pruriginose umide e trasudanti. Tutti questi sintomi aggravano con l'umidità, il freddo umido, il tempo piovoso, la nebbia, il decubito e durante la notte, mentre migliorano con il caldo, respirando aria calda (riniti e faringiti), con il movimento (reumatismi), con il tempo secco.

Posologia
Per curare le affezioni respiratorie è utile somministrare cinque granuli a una diluizione 5 o 7 CH ogni tre-sei ore fino alla guarigione, mentre per la prevenzione utilizzare cinque granuli a una diluizione 7 o 9 CH tre volte la settimana durante le stagioni umide. Per la diarrea cinque granuli a una diluizione 5 CH dopo ogni scarica diarroica. Per i dolori muscolo-tendinei prescrivere cinque granuli a una diluizione 7 o 9 CH ogni tre ore. Per i problemi di pelle, quali l'orticaria da freddo umido e l'eczema trasudante cinque granuli a una diluizione 9 o 15 CH, da due a quattro volte al giorno; per le verruche cinque granuli al giorno a una diluizione da 5 a 9 CH, associando dosi distanziate di Thuja. Per le cistiti cinque granuli ad una diluizione 7 o 9 CH, tre volte la settimana.

Il simile cura il simile
Nella sperimentazione patogenetica il rimedio Dulcamara esercita un'importante azione nei seguenti distretti: sulle mucose respiratorie dove provoca naso chiuso con la nebbia e con il tempo umido, catarro e ipersecrezione bronchiale clinicamente simili alle tossi grasse invernali, con espettorazione e possibile presenza di febbre; sulle mucose digestive, con diarrea verde-gialla dopo un raffreddamento oppure dopo la scomparsa di un'eruzione cutanea; sul sistema linfatico, con ipertrofia dei linfonodi cervicali, ascellari e inguinali; sul tessuto aponeurotico, con dolori reumatici anchilosanti che provocano intorpidimento, peggiorati dall'umidità e migliorati dal movimento; sulla pelle, con lesioni frequenti a livello del dorso delle mani, lato interno delle cosce, organi genitali, ascelle e schiena.

Italo Grassi

Si ringrazia Siomi (Società italiana di omeopatia e medicina integrata) per la gentile collaborazione.



discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO