OMEOPATIA

dic132012

Profilo e azione di Formica rufa

Il principale costituente di Formica rufa, o formica rossa, è l’acido formico. Altri costituenti sono terpeni, oli essenziali e iridomirmecina, sostanza dall’azione battericida e insetticida. La tintura madre è preparata con l’insetto intero vivo.

Il principale costituente di Formica rufa, o formica rossa, è l’acido formico. Altri costituenti sono terpeni, oli essenziali e iridomirmecina, sostanza dall’azione battericida e insetticida. La tintura madre è preparata con l’insetto intero vivo. La sperimentazione patogenetica ha dimostrato un tropismo essenziale sull’apparato locomotore e sull’apparato urinario. 

Principali indicazioni
Formica rufa cura in particolar modo le cistiti croniche o recidivanti da Escherichia Coli, accompagnate o alternate ad artralgie. È indicato soprattutto per i soggetti affetti da iperuricemia. 

Sintomi
Sintomi caratteristici sono urine abbondanti, torbide e maleodoranti, presenza di cristalli di acido urico, bisogno impellente di urinare. Le minzioni non sono molto dolorose. 

Posologia
Assumere 5 granuli alla diluizione 5 CH, sublinguali, per due volte al giorno. 

Il simile cura il simile
Nella sperimentazione omeopatica il rimedio Formica rufa provoca una forte irritazione sull’apparato locomotore, con artralgie erratiche improvvise che peggiorano con il freddo e con l’umidità, e sull’apparato urinario dove provoca infiammazione con albuminuria, urine torbide e maleodoranti. 

Italo Grassi

Si ringrazia Siomi (Società italiana di omeopatia e medicina integrata) per la gentile collaborazione.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO