OMEOPATIA

set302021

Profilo e azione di Hyoscyamus niger

Hyoscyamus niger o Giusquiamo è un’erba vischiosa costituita soprattutto da alcaloidi: iosciamina, atropina e scopolamina. Quest’ultima ha proprietà allucinogene se assunta ad alte dosi

Profilo e azione di Hyoscyamus niger
Hyoscyamus niger o Giusquiamo, è un'erba vischiosa e dall'odore fetido. Conosciuta anticamente per le sue proprietà stupefacenti quando assunta in forti dosi; veniva utilizzata per impiastri e intrugli nel Medioevo dalle "streghe". I principi attivi sono costituiti soprattutto da alcaloidi: iosciamina, atropina e scopolamina. Quest'ultima ha proprietà allucinogene se assunta ad alte dosi. La scopolamina ha inoltre una azione antiasmatica, per rilassamento della muscolatura liscia, e antinevralgica. Esiste una somiglianza di effetti patogenetici di Hyosciamus con quelli di altre Solanacee come Belladonna e Stramonium. L'assunzione di dosi moderate provoca inizialmente una fase di eccitazione con spasmi, seguita da una fase di congestione astenica e infine sopraggiunge la paralisi col coma. Questa sequenza giustifica i sintomi opposti nella patogenesi, come stipsi e diarrea, insonnia e sonnolenza, ritenzione e incontinenza.

Principali indicazioni

Hyoscyamus è indicato: nell'insonnia dei bambini nervosi che si svegliano di soprassalto urlando; nei disturbi del sonno con agitazione, sogni lascivi, fenomeni di spasmofilia, crisi convulsive, eccitazione sessuale; negli anziani sospettosi e gelosi che rifiutano le cure; nella tosse spasmodica che si aggrava di notte e migliora sedendosi, nel singhiozzo e nelle infezioni importanti e gravi.

Caratteristiche psicologiche del paziente

Il paziente ha una profonda alterazione del sistema nervoso, dovuta a due cause: una grave infiammazione che ne fa l'indicazione per tutte le febbri setticemiche, e una neurastenia dovuta a surmenage intellettuali, inquietudini e mancanza di sonno. Le età più a rischio sono l'infanzia (convulsioni e agitazione) perché il Sistema Nervoso non è ancora ben sviluppato; la vecchiaia, quando si perde il controllo della psiche e la depressione anche per piccoli problemi, assume proporzioni preoccupanti che stremano l'anziano. Ha idee deliranti, gelosia patologica, è litigioso. Il paziente Hyoscyamus non sopporta la vista dell'acqua che scorre e può arrivare a sviluppare una vera e propria idrofobia.

Sintomi e modalità di reazione

Può manifestare tremori delle mani e dei piedi, spasmi e mioclonie, riso nervoso anche nel sonno. Aggrava: con le emozioni, di notte coricato, col mestruo. Migliora: sedendosi (tosse spasmodica).

Posologia

Nella tosse spasmodica che migliora sedendosi e peggiora coricati è consigliata una diluizione 9 CH da assumere alla sera e all'insorgere degli accessi. Nelle Infezioni gravi con adinamia, secchezza delle mucose orali, mioclonie, incontinenza, delirio sono preferibili alte diluizioni come 15 CH. Con l'avvento degli antibiotici questi casi sono diventati più rari.

Il simile cura il simile

Hahnemann stesso studiò la patogenesi di Hyoscyamus e attinse molte delle sue azioni curative dal parallelismo tossicologico-terapeutico sul sistema circolatorio, sulle mucose respiratorie, urinarie, digestive, dovute all'atropina e alla josciamina, sul sistema cerebrospinale dove provoca sensazioni allucinatorie (persone colorate di rosso o lettere che si muovono) dovute alla scopolamina, un alcaloide.

Tiziana Di Giampietro
Si ringrazia Siomi (Società italiana di omeopatia e medicina integrata) per la gentile collaborazione
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi