OMEOPATIA

ott162015

Profilo e azione di Magnesia carbonica

La Magnesia carbonica è il carbonato di magnesio, una polvere bianca insolubile in acqua Lo ione Mg esercita l’azione farmacodinamica metabolica ed enzimatica nell’organismo dove è presente sia in forma intracellulare che in forma di deposito

Lo ione Mg esercita l'azione farmacodinamica metabolica ed enzimatica nell'organismo dove è presente sia in forma intracellulare che in forma di deposito (osso). Solo l'1% è in forma circolante nei liquidi extracellulari (siero) la cui concentrazione dipende dall'alimentazione (clorofilla contenuta negli ortaggi a foglia verde).

Le alterazioni dei livelli ematici provocano patologia sia in senso "ipo" (astenia, sonnolenza, dispepsie, anoressie, vomiti, tremori muscolari, convulsioni infantili); sia in senso "iper" (turbe della trasmissione neuromuscolare di tipo curaro-simile con Pr lungo, Qrs largo, onda T ampia, all'Ecg).

Caratteristiche psicologiche del paziente
È un tipo ansioso, ipersensibile, emotivo, irritabile e di cattivo umore. Goloso e bisognoso di affetto, tende alla depressione Reagisce con stizza, ira o rabbia anche a stimoli e situazioni di scarsa entità. Spesso è scontroso e di cattivo umore, ha difficoltà nell'instaurare rapporti interpersonali autentici e tende a rifiutare la compagnia.

Il Simile cura il Simile

La sua azione generale sperimentale si esercita sui sistemi:
-nervoso, con nevralgie, iperestesia sensoriale e disturbi della sensibilità.
- muscolare, con crampi, ipotonia muscolare e tremori.
- circolatorio, con rallentamento della circolazione venosa, stasi epatica e pelvica, calo della pressione arteriosa.
-sangue, con fenomeni emolitici e anemia.
-mucose gastrointestinali, con fenomeni irritativi e conseguente diarrea acida.
-cute, che si presenta secca, distrofica; c'è fragilità delle unghie e dei capelli per atrofia dell'apparato pilo-sebaceo.

A dosi omeopatiche diviene terapeutica sulle stesse patologie

Principali indicazioni
Soggetti ipotonici, bambini di temperamento nervoso; persone sfinite da tensione nervosa e ansia che durano a lungo. Tendenza all'irritabilità, ipersensibilità mentale e fisica.
Nevralgie con dolori fulminei: specialmente del viso, a sinistra e di notte. Disturbi alimentari: dispepsia acida, vomito; iperemesi gravidica; peggioramento col latte vaccino, cavoli, patate. Diarrea preceduta da coliche: feci verdi, schiumose; latte mal digerito nelle feci. Disturbi mestruali: il flusso si presenta solo di notte oppure è peggiore di notte o quando la paziente si corica. Spasmi epilettiformi.

Modalità reattive ai sintomi della malattia
-peggiora: col cambiamento di temperatura; prima e durante le mestruazioni; col calore del letto di notte,
-migliora: il dolore piegandosi in due, con l'aria tiepida, col movimento

Posologia:
Nella dispepsia acida, nella diarrea dei lattanti, la 5 CH tre granuli prima dei pasti. Nella Spasmofilia, nelle algie, nelle convulsioni, la 15 o 30 CH in dose o granuli a seconda dell'intensità della sintomatologia.

Tiziana Di Giampietro

Si ringrazia Siomi (Società italiana di omeopatia e medicina integrata) per la gentile collaborazione


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO