OMEOPATIA

set182015

Profilo e azione di Petroleum

Il petrolio(Oleum petrae bianco)è un olio minerale usato come combustibile e dal quale si ricavano molti prodotti tra cui anche la plastica. È un liquido naturale di colore giallino, composto da idrocarburi estratti da giacimenti. La sua patogenesi è descritta nel trattato delle patologie croniche di Hahnemann con dati provenienti dagli effetti tossicologici dell'inalazione, del contatto diretto con la pelle o dell'ingestione.

Principali indicazioni
Indicazioni cliniche per eruzioni vescicolose e crostose cutanee, screpolature e ragadi della punta delle dita con aggravamento nei mesi invernali; eczemi da contatto di sostanze tossiche (detersivi, olii minerali) con aspetto malsano; dermatosi genitali e retroauricolari con vescicole trasudanti. Disturbi enterici con diarree di giorno, dopo pasti con crauti o cavoli, nausee mattutine con sudori freddi e iperscialorrea. Chinetosi con vertigini che migliora mangiando e chiudendo gli occhi.

Caratteristiche psicologiche del paziente
Il paziente Petroleum è confuso, si perde facilmente nelle strade che conosce poiché la contusione aumenta all'aria aperta. È ansioso e triste. Può essere irascibile e piange se provocato, offendendosi per nulla. Durante la febbre Petroleum soffre di allucinazioni e vertigini al mattino. Pensa di essere doppio, vede Petroleum sente che la morte e vicina e ha fretta di mettere ordine nei suoi affari.

Modi di reagire ai sintomi della malattia (Modalità)
Aggravato dall'umidità, prima del temporale, andando in barca o in auto, durante l'inverno. Migliorato in estate e col caldo

Posologia
Nelle patologie dermatologiche sono raccomandate diluizioni 9 - 15 CH con una o due somministrazioni giornaliere. Nelle forme gastroenteriche si preferiscono basse diluizioni, come la 5-7 CH ripetute più volte, secondo la gravità dei sintomi. Nelle turbe del comportamento più indicate le alte diluizioni a dosi settimanali.

Il simile cura il simile
Provoca a dosi tossiche e per similitudine cura a dosi omeopatiche i dolori gastrici a stomaco vuoto o con senso di sazietà anche dopo aver mangiato poco cibo, la pelle screpolata e fessurata specialmente in inverno, la nausea e vomito con sudore freddo, gli eczemi, le eruzioni cutanee e le dermatiti, la diarrea, il mal d'auto, d'aereo e di mare, le vertigini con nausea.

Tiziana Di Giampietro


Si ringrazia Siomi (Società italiana di omeopatia e medicina integrata) per la gentile collaborazione.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO