OMEOPATIA

mar152012

Profilo e azione di Pulsatilla nigricans

Pulsatilla nigricans o Anemone pulsatilla è un’erba perenne della famiglia delle Ranuncolacee. La tintura madre è preparata con la pianta intera fiorita. I principi attivi sono l’Anemonina e la Protoanemonina

Pulsatilla nigricans o Anemone pulsatilla è un’erba perenne della famiglia delle Ranuncolacee. La tintura madre è preparata con la pianta intera fiorita. I principi attivi sono l’Anemonina e la Protoanemonina. L’intossicazione provoca flogosi catarrale con secrezione catarrale gialla o giallo verdastra, mai irritante, su mucose respiratorie, genito-urinarie, digestive e oculari; congestione e stasi a livello del sistema circolatorio venoso; eritrocianosi della cute.

Principali indicazioni
La Pulsatilla esercita un’azione elettiva a livello respiratorio, dove cura rinofaringiti, riniti recidivanti, riniti allergiche e otiti caratterizzate da ostruzione nasale di sera e di notte con ipersecrezione diurna, bronchiti con tosse produttiva di giorno e secca di notte; disturbi caratterizzati da digestione lenta e difficile, eruttazioni, gonfiore post-prandiale, diarrea con feci variabili o stipsi con stimolo continuo, lingua bianca e patinosa, gusto cattivo al risveglio, a livello digestivo; pubertà tardiva, dismenorrea con diarrea, infiammazioni con leucorrea densa e giallastra, a livello genitale. Cura, inoltre: le blefaro-congiuntiviti; le eritrocianosi alle estremità e acne a livello di cute; la stasi venosa circolatoria con varici, flebiti, geloni invernali. 

Caratteristiche psicologiche del paziente
Il paziente, di solito di colorito chiaro, con capelli biondi, pelle pallida e marmorea, è timido, sottomesso ed esitante; presenta un carattere dolce, caratterizzato da grande avidità affettiva che gli richiama lacrime e sorrisi, dolcezza e irritabilità; triste, malinconico, piange facilmente ma, essendo di umore mutevole, passa facilmente al sorriso se gli si dimostra simpatia.  

Sintomi e modalità di reazione
Secrezioni catarrali fluide e abbondanti di giorno, secche e assenti di notte; estrema variabilità ed erraticità dei sintomi sia mentali sia fisici; freddolosità.
Il paziente peggiora col caldo, in una camera calda, col riposo; migliora col movimento all’aria aperta, con la consolazione. 

Posologia
Diluizione 5-7-9 CH, 3 granuli sublinguali da due a quattro volte al giorno per curare i problemi venosi e quelli respiratori, in base all’acuzie dei sintomi, diradando le somministrazioni con il miglioramento.
Diluizione 9 CH, 3 granuli prima dei pasti per le dispepsie.
Diluizione 15–30 CH, 3 granuli giornalieri o monodosi settimanali, per curare affezioni ginecologiche, manifestazioni depressive, problemi cutanei, anche in questi casi diradando le somministrazioni con il miglioramento. 

Il simile cura il simile
Per similitudine, in omeopatia, la Pulsatilla cura selettivamente: le rinofaringiti acute e croniche con perdita del gusto e dell’odorato; le oculoriniti allergiche; le dispepsie da intolleranza ai cibi grassi; le sindromi premestruali caratterizzate da seni gonfi e dolenti, pesantezza pelvica e umore mutevole; i rash cutanei morbilliformi, l’orticaria con prurito che peggiora con il calore del letto; le malattie infettive quali morbillo e rosolia; le varici, i postumi di flebiti e le ulcere varicose. 
L’azione di Pulsatilla è acuta, subacuta e cronica. 

Italo Grassi

Si ringrazia Siomi (Società italiana di omeopatia e medicina integrata) per la gentile collaborazione.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO