Sanità

ott132017

Progetto Federfarma-Federfarma Servizi al kick off: quattro mesi per il primo step

Progetto Federfarma-Federfarma Servizi al kick off: quattro mesi per il primo step
È ufficialmente al via il primo step del progetto di collaborazione lanciato da Federfarma e Federfarma Servizi per la costruzione di un sistema di farmacie e aziende di farmacisti, in maniera integrata e strutturata, che vedrà, nella prima fase, un'analisi delle esperienze esistenti e una prima formulazione di un format, e per il quale è stata fissata una tempistica di 16 settimane. Il punto emerge dalla IV Convention di Federfarma Servizi e Federfarma.Co, che è in corso a Firenze. «Abbiamo ufficialmente definito le modalità e fissato una tempistica di lavoro insieme alla società di consulenza a cui è stato affidato l'incarico» spiega, a margine, Antonello Mirone, presidente di Federfarma Servizi. «L'idea è di procedere in maniera modulare cosicché, in fase di realizzazione, avremo modo di verificare lo stato di avanzamento dei lavori e, se sarà necessario, tappa per tappa, correggeremo il tiro su quello che dovrà essere l'indirizzo».

La prima fase, come è stato anticipato, «verterà su un'analisi del panorama aggregativo, sia sul fronte delle farmacie, sia delle aziende di farmacisti. Questa è una fase molto importante che - ci tengo a chiarirlo - rappresenta un punto di partenza verso l'elaborazione di un modello e quanto già realizzato nel corso del tempo nelle varie esperienze locali verrà valorizzato attraverso l'innesto di una progettualità che trovi il suo cardine nella professionalità. Quello che ci auguriamo infatti è che quanto è stato già realizzato a livello locale dalle Federfarma e dalle aziende di farmacisti possa essere un'incubatrice nella direzione di uno sviluppo di un progetto nazionale». Sul fronte dei contenuti, «è tutto ancora in fase di elaborazione ma proprio dal confronto di oggi, nella tavola rotonda che ha coinvolto le varie sigle della categoria, sono arrivati spunti interessanti, mettendo a fuoco tre temi centrali che devono guidare l'evoluzione della farmacia e rappresentare la base del sistema di farmacie e cooperative, integrate e strutturate, che abbiamo in mente: aggregazione, professionalità, sostenibilità economica». E, in particolare, «la direzione di evoluzione deve guardare anche a esperienze, come quella in costruzione nella Area vasta Sud Est della Toscana, che vede la farmacia integrata nelle reti cliniche per la presa in carico del paziente cronico».


Francesca Giani
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO