farmaci

apr82015

Rafforzare le raccomandazioni sul rischio teratogeno dei retinoidi

Rafforzare le raccomandazioni sul rischio teratogeno dei retinoidi

I retinoidi sono tra i farmaci teratogeni più potenti ma la comunicazione in merito al rischio di aborto e malformazioni fetali conseguenti al loro utilizzo sembra non venga trasmessa in modo sufficientemente incisivo. Lo ha scoperto uno studio pubblicato su Pharmacoepidemiology and drug safety in cui è stato valutato il rispetto delle raccomandazioni previste dal Pregnancy prevention plan per evitare un concepimento prima, durante e dopo l'assunzione di acitretina, un analogo sintetico dell'acido retinoico, da parte delle pazienti. Acitretina è un farmaco utilizzato per os nel trattamento di forme gravi di psoriasi con l'obiettivo di ridurre la formazione di scaglie cutanee, arrossamento e ispessimento delle lesioni tipiche della malattia. In generale, l'incidenza dell'assunzione di farmaci sullo sviluppo di malformazioni fetali è intorno all'1% ma nel caso dei retinoidi sistemici il rischio è così alto da imporre un'assoluta controindicazione d'uso in gravidanza, o a donne in età fertile in assenza di efficaci metodi contraccettivi nel mese precedente l'inizio della terapia e per i due anni successivi la sospensione del farmaco. Il periodo di attesa dipende dalla natura liposolubile del retinoide che ne determina un accumulo nell'organismo. Lo studio, condotto in Francia su una coorte di 8.672 donne tra i 15 e i 49 anni che hanno assunto acitretina tra il 2007 e il 2013, mostra che il test di gravidanza era stato eseguito solo dal 12% delle pazienti all'inizio della terapia e raramente rifatto durante il trattamento e nei due anni successivi l'interruzione del farmaco. Nel periodo di osservazione si sono verificate 470 gravidanze, che corrispondono a 27 gravidanze per 1000 persone-anno a rischio di teratogenicità.
Perché interessa il farmacista: i farmaci somministrati durante la gravidanza possono influire negativamente sullo sviluppo dell'embrione e del feto in molti modi. Nel caso dei retinoidi il farmacista deve assicurarsi che il messaggio sul rischio di difetti congeniti sia assolutamente compreso.

Marvi Tonus



discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO