Sanità

feb222012

Rai, contrordine: niente canone sui computer

Contrordine compagni: computer, tablet e smartphone collegati al web non sono più soggetti al canone radiotv. Il dietrofront arriva direttamente dalla Rai, dopo un confronto con gli esperti del dipartimento Telecomunicazioni del ministero dello Sviluppo. Il risultato è una lettura in senso restrittivo delle normative vigenti: medici, liberi professionisti e imprese, in sostanza, non sono tenuti al pagamento del canone speciale (da 200 a 6mila euro) per il solo fatto di possedere un computer collegato a Internet. Resta invece confermato l’obbligo per tutti gli apparecchi adatti alla ricezione dei canali televisivi, dai pc con scheda tv incorporata (una ristrettissima minoranza) agli schermi piatti lcd magari appesi in sala d’attesa per intrattenere i pazienti.
Anche se le farmacie finora erano rimaste alla finestra, il cessato allarme fa tirare un sospiro di sollievo anche a loro: computer salvi, resta il canone per tv piatti e schermi abilitati alla ricezione dei canali, che siano o no sintonizzati. Una linea ribadita nei giorni scorsi anche da Federfarma, interrogata sulla questione da diversi iscritti.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO