Sanità

mag22017

Rapine, Federfarma: in Gu le disposizioni su sorveglianza, finanziamento e agevolazioni

Rapine, Federfarma: in Gu le disposizioni su sorveglianza, finanziamento e agevolazioni
Patti per la sicurezza urbana tra prefetto e sindaco, finanziamenti per videosorveglianza pubblica, possibilità di videosorveglianza da privati e agevolazioni fiscali, questi alcuni elementi introdotti dalle disposizioni urgenti in materia di sicurezza della città contenute nella legge 48/2017 da poco in Gazzetta ufficiale che Federfarma ha passato in rassegna in una circolare diffusa alle rappresentanze territoriali. È quanto fa sapere il sindacato tramite il proprio house organ in cui si precisa che i patti previsti dalla norma sono previsti dall'articolo 5 e sono sottoscritti «tra prefetto e sindaco ed elencano gli interventi con cui garantire la sicurezza urbana (e quella delle aree rurali confinanti) tenuto conto della specificità dei contesti». L'obiettivo è prevenire e contrastare furti e rapine attraverso servizi e interventi di prossimità tra i quali l'installazione di sistemi di videosorveglianza da parte dei comuni. La legge afferma espressamente che i Patti devono tenere conto di eventuali indicazioni od osservazioni formulate dalle associazioni di categoria più rappresentative e stanzia un fondo di 7 milioni di euro per il 2017 e di 15 milioni all'anno per il 2018-2019 per sostenere gli interventi di videosorveglianza attuati dai comuni indicati nei patti. La legge (Art. n. 7) ammette che i piani di videosorveglianza contemplati dai Patti per la sicurezza urbana possano prevedere la partecipazione non solo degli enti pubblici ma anche dei privati, sotto il profilo del sostegno strumentale, finanziario e logistico. Inoltre, nei Patti potranno essere integrati progetti definiti da associazioni di categoria, comitati o consorzi tra imprese, professionisti o residenti, per l'installazione (a carico di privati) di sistemi di sorveglianza tecnologicamente avanzati, dotati di software di analisi video per il monitoraggio attivo e allarmi automatici a centrali delle forze di polizia o di istituti di vigilanza privata. Dal 2018, i comuni possono deliberare detrazioni da Imu o Tasi a beneficio dei soggetti che assumono a proprio carico quote degli oneri di investimento, di manutenzione e di gestione dei sistemi tecnologicamente avanzati realizzati in base ad accordi o ai Patti introdotti dalla 48/2017. Il sindacato dei titolari invita le rappresentanze provinciali a «inviare indicazioni od osservazioni al sindaco e al prefetto su «specifici interventi di contrasto a furti e rapine in farmacia, anche con l'obiettivo di ottimizzare la copertura della videosorveglianza da parte dei Comuni».(SZ)

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ansel - Principi di calcolo farmaceutico
vai al download >>

SUL BANCO