Sanità

feb42013

Remunerazione, Pani (Aifa): stallo destinato a non risolversi

Pani_luca

«Lo stallo sulla remunerazione è destinato a non risolversi entro il 30 giugno (data alla quale la spending review ha rinviato l’entrata in vigore dell’accordo n.d.r). Con risultati pessimi per un sistema in sofferenza come quello della filiera farmaceutica» a manifestare preoccupazione sugli sviluppi della situazione, su un tema molto caro ai farmacisti, è il Direttore generale dell’Aifa Luca Pani, intervistato a margine della presentazione del Rapporto Osmed sull’uso dei farmaci. «L’Aifa ha svolto un ruolo puramente tecnico, quasi notarile»  - spiega Pani -  prendendo atto dell’accordo raggiunto il 16 ottobre. Poi l’accordo è passato al vaglio del ministero che, come da sue competenze, ha fatto i suoi rilievi. Noi come Aifa non ci possiamo sbilanciare sui termini dell’accordo» continua il Direttore dell’Aifa «ma la mia personale sensazione è che si arrivi fino alla scadenza per poi prorogarla, con il risultato che un settore in sofferenza come la filiera farmaceutica, sofferenza riconosciuta anche a livello istituzionale, non troverà le soluzioni auspicate. Forse» aggiunge «sarebbe stato meglio fare gli opportuni aggiustamenti sul testo esistente. L’aspetto paradossale» dice Pani «è che tutti sono d’accordo che ci sia una sofferenza e che ci sia necessità di cambiamento, ma il cambiamento non viene attuato»

Marco Malagutti


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO