Sanità

nov212014

Ricetta elettronica, ancora ferma nella Regione Marche

Ricetta elettronica, ancora ferma nella Regione Marche
A ottobre, nelle Marche, su poco meno di un milione e mezzo di ricette sono oltre 175mila quelle dematerializzate, pari a circa il 12%. «Una situazione praticamente ferma» fa il punto Pasquale D'Avella, presidente di Federfarma regionale. «Sul fronte delle farmacie ci siamo organizzati: anche dove c'erano problemi di banda larga, c'è chi si è dotato di chiavetta, chi di connessione satellitare». A quanto risulta, per quanto riguarda i medici di medicina generale, solo a fine ottobre è stato siglato un accordo tra Regione e sindacati della medicina generale - con i quali è stato definito il compenso economico - anche per fare in modo che gli studi potessero dotarsi della strumentazione necessaria. Ma nonostante l'accordo, «le ricette dematerializzate stentano ancora ad arrivare in farmacia. La regione soffre sicuramente di problemi di connettività e credo che in alcuni ambulatori manchino ancora le strumentazioni». Insomma, una macchina ancora da avviare. Sul fronte delle farmacie, «esistono alcune problematiche, che stiamo affrontando in un confronto serrato con la regione e ci auguriamo possano essere in parte risolte con un ulteriore condivisione con le software house. A ogni modo oltre il 95% delle farmacie è pronto a svolgere l'attività in modalità dematerializzata».

Francesca Giani

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO