Sanità

mar12016

Ricetta elettronica, senza ostacoli la diffusione nelle farmacie

Ricetta elettronica, senza ostacoli la diffusione nelle farmacie
Procede senza ostacoli la diffusione della ricetta elettronica in tutte le farmacie italiane e questo costituisce un grande passo avanti, con vantaggi sia per il cittadino sia per lo Stato. A dirlo è Annarosa Racca, presidente nazionale di Federfarma che in una nota ricorda che da oggi «la ricetta elettronica, indipendentemente dalla regione in cui il medico l'ha compilata, potrà essere utilizzata in tutta Italia con l'applicazione di ticket ed esenzioni della regione nelle cui liste è iscritto l'assistito». Per ottenere il farmaco basterà consegnare in farmacia il promemoria rilasciato dal medico. Il medico potrà comunque ancora prescrivere sul solito ricettario, rilasciando la ricetta cartacea (in rosso) e il cittadino potrà ovviamente continuare a utilizzarla per prelevare i farmaci, ma solo nella regione nelle cui liste è iscritto. Le ricette cartacee potranno ancora essere utilizzate in particolari circostanze, come le visite domiciliari.

Federfarma sottolinea che con questa nuova procedura «Si risparmiano i costi della carta e della stampa delle ricette tradizionali. Si modernizza il sistema di registrazione delle ricette e di controllo della spesa farmaceutica. E adesso, con la circolarità nazionale della ricetta elettronica, il cittadino che si muove per ragioni di studio, lavoro o turismo, potrà prelevare i farmaci in qualsiasi farmacia del territorio nazionale, con il ticket e le esenzioni previste nella regione in cui risiede».

(SZ)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO