Sanità

mar312014

Rimborsabilità Ssn, Assogenerici: Governo corregga anomalia italiana

farmaci_denaro

«Giudichiamo sorprendente che, mentre si implementa la spending review a tutti i livelli, anche prefigurando riduzioni degli organici della pubblica amministrazione, si trascuri la necessità di eliminare i colli di bottiglia sul piano legislativo che, se rimossi, porterebbero immediati risparmi sulla spesa sanitaria, senza diminuire l’assistenza ai cittadini e senza interventi dirigistici ma, anzi, lasciando spazio alle logiche della concorrenza». È questo il duro commento di Enrique Häusermann, presidente di AssoGenerici, a una anomalia tutta italiana. Hausermann si riferisce al patent linkage, cioè il vincolo dell’ammissione alla rimborsabilità dei farmaci equivalenti alla data di scadenza del brevetto, una pratica vietata dalla Commissione europea, che sopravvive nel nostro Paese nella forma stabilita dal Decreto Balduzzi, e ha l’effetto di ritardare indebitamente la disponibilità per il Ssn dei farmaci equivalenti, fino a provocare perdite economiche consistenti. Per esempio accade che «per un solo farmaco, per il quale pende un ricorso al Tar» precisa Hausermann,«lo Stato sta perdendo dal mese di gennaio di quest’anno tre milioni di euro al mese di mancati risparmi». AssoGenerici chiede che il Governo intervenga a sanare urgentemente questa situazione perché, conclude il presidente, «come abbiamo più volte denunciato, non pensiamo che questa sia una situazione sostenibile né facilmente spiegabile ai cittadini cui si chiedono sacrifici pressoché ogni giorno».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO