Sanità

feb242016

Rimborsi ricette, sentenze contrastanti su decorrenza del termine decennale di prescrizione

Rimborsi ricette, sentenze contrastanti su decorrenza del termine decennale di prescrizione
A distanza di 2 anni la stessa Corte d'Appello, quella di Brescia, ha espresso due sentenze diverse in merito alla decorrenza del termine decennale di prescrizione di ricette ritenute irregolari molti anni dopo, legittimando solo in un caso l'addebito operati da una Asl nei confronti dei titolari di farmacia. A mettere in evidenza la discrepanza è l'avvocato Francesco Cavallaro dello studio legale Lombardo Duchi Cavallaro di Milano, mettendo a confronto le due sentenze: la n. 542 del 16.4.2014 e la n. 115 del 10.2.2016, relative a ricette spedite negli anni 1992-1994. In particolare, spiega l'avvocato, «Secondo una prima sentenza (2014) la prescrizione decorre dal momento del pagamento, cioè dal mese successivo alla presentazione delle ricette alla Asl, in quel caso il diritto della Asl è stato perciò ritenuto prescritto. La seconda sentenza (2016) ha invece ritenuto che la prescrizione possa decorrere solo dal momento in cui la Cptvf (Commissione tecnica provinciale di vigilanza farmaceutica, ndr.) ha esaminato le ricette, ritenendole irregolari, con la conseguenza che il decennio previsto dalla legge può essere superato». L'esperto segnala che è in corso una terza vertenza analoga a queste in merito alla quale la Corte dovrebbe decidere entro l'anno, ma «il suo esito appare difficilmente prevedibile».

Simona Zazzetta
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO