Sanità

lug172017

Rinnovo Ccnl, Federfarma raddoppia risorse per servizi correlati. Tra obiettivi valorizzare Jobs Act

Rinnovo Ccnl, Federfarma raddoppia risorse per servizi correlati. Tra obiettivi valorizzare Jobs Act
Il segno del cambio di passo di Federfarma rispetto al contratto nazionale di lavoro dei dipendenti di farmacia, anche in vista della riapertura delle trattative, è evidente anche dal Bilancio previsionale 2017, presentato all'ultima assemblea, in cui è stato deciso un raddoppiamento, rispetto all'anno precedente, dei fondi per i servizi correlati al rinnovo, anche per «avere a disposizione risorse adeguate per supportare la trattativa e concluderla in tempi possibilmente brevi». Sul tema, tra gli obiettivi che ci si pone c'è anche quello di valorizzare gli strumenti previsti dal Jobs Act, inclusi i meccanismi premianti e di meritocrazia. A fare il punto il tesoriere nazionale del sindacato dei titolari, Roberto Tobia che spiega: «In generale, la stima delle uscite, pari a circa 5,1 milioni di euro, non si è discostata rispetto a quanto indicato nel 2016, ma quello che è cambiato sono le modalità di allocazione dei fondi. D'altra parte, il senso del bilancio preventivo è di dare risorse alle linee programmatiche e strategiche di Federfarma, rispecchiando scelte politiche e volontà del consiglio di presidenza. Tra le voci che hanno visto, rispetto al precedente consuntivo, un maggior finanziamento ci sono il centro studi, la comunicazione e, appunto, il Ccnl».

Per quanto riguarda questo ultimo punto, «tra gli obiettivi che ci si pone c'è quello di valorizzare i contenuti del Jobs Act, uno strumento che abbiamo a disposizione e dal quale possono arrivare spunti utili. Quello che si vorrebbe cercare di dare alle farmacie è la possibilità di assumere e di effettuare una valutazione e un riconoscimento meritocratico del dipendente sulla base di parametri diversi da quelli attuali, che prevedano anche meccanismi di incentivazione». Per il resto, «la comunicazione interna ed esterna è un capitolo importante, sul quale c'è molto lavoro da fare. Come già era stato anticipato, una direzione per valorizzarla è la estensione su scala nazionale della rivista FarmaMagazine. E rispetto al centro studi l'idea è di renderlo uno strumento in grado di dare supporto scientifico e strumenti concreti di evoluzione per la farmacia». Nel bilancio, in ogni caso, ci sono anche misure di contenimento delle spese, tra le quali «un abbattimento del 20% della diaria per i delegati al consiglio di presidenza in trasferta a Roma. Da questa cifra abbiamo ottenuto il finanziamento per l'indennità per i farmacisti rurali senza collaboratori in caso di assenza per malattia e infortunio oltre il quinto giorno (si veda Farmacista33 del 3 luglio). Un vero passaggio epocale per la categoria». Sempre nella direzione di una attenzione «alle farmacie più fragili, in termini di novità rispetto alla gestione precedente, c'è lo scorporo della spesa per le collaborazioni coordinate e continuative tra Federfarma e Sunifar. Una misura che serve per riconoscere autonomia di spesa alla componente rurale sulle attività di sua pertinenza».


Francesca Giani
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO