Sanità

mar292011

Sale melanoma under-30, un registro nazionale per monitorare

Le lampade Uv e esposizione dei bambini al sole senza protezione adeguata fa sì che il melanoma colpisca sempre più frequentemente i giovani: oggi un paziente su 4 ha meno di 30 anni mentre 10 anni fa i casi sotto i 30 anni erano solo il 5%. Per comprendere meglio le cause di questa tendenza nasce il registro nazionale dei pazienti portatori di diversi tipi di melanoma. L'iniziativa è stata annunciata da Paolo Ascierto dell'Istituto nazionale dei tumori di Napoli fondazione Pascale, secondo il quale «finora in Italia non esisteva un registro nazionale per il melanoma, cioè un vero e proprio database che raccolga tutti i casi. Questa grave lacuna oggi è stata colmata grazie al progetto dell'Intergruppo melanoma italiano (Imi), con l'avvio del registro. È prevista l'adesione di almeno 45 centri entro l'estate 2011». Si stima che ogni anno, in Italia, vi siano circa 7.000 nuove diagnosi di melanoma e 1.500 decessi. L'incidenza è cresciuta a un ritmo superiore a qualsiasi altro tipo di tumore, (+30% negli ultimi 10 anni), ad eccezione del polmone nelle donne. Il problema, secondo gli esperti, sono le scottature prese in passato quando si stava ore e ore al mare senza protezione ignari dei rischi, e le lampade abbronzanti: queste, se usate sotto i 30 anni, aumentano il rischio melanoma del 75% (quasi il doppio). Il registro si pone due obiettivi: verificare sul territorio nazionale l'incidenza del tumore e monitorare le modalità di trattamento per renderle omogenee in tutta Italia.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO