Sanità

lug122013

Sassari, lo screening del colon retto comincia in farmacia

farmacista scrive

Le 113 farmacie sparse nei 66 Comuni del territorio della Asl di Sassari costituiranno il punto di riferimento per la raccolta dei campioni di prelievo degli utenti coinvolti nella campagna di sensibilizzazione per lo screening del carcinoma del colon retto. Lo riferisce la Nuova Sardegna sottolineando come i farmacisti avranno il compito di distribuire e poi raccogliere gli appositi contenitori mentre alla Asl spetterà il ritiro e l’invio al laboratorio analisi per la ricerca del sangue occulto nelle feci, uno dei primi campanelli d’allarme per la possibile presenza della patologia. Chi sarà positivo all’esame, sottolinea l’articolo, verrà invitato personalmente dall’Azienda sanitaria locale a effettuare maggiori accertamenti endoscopici presso le proprie strutture. Chi, invece, risulterà negativo verrà richiamato a ripetere lo screening ogni due anni. Il ruolo delle farmacie sarà determinante, in questa prima fase, per cercare di coinvolgere il maggior numero di persone. Per questo motivo i responsabili dell’Unità operativa di Educazione sanitaria e Promozione della salute- Centro Screening della Asl hanno calendarizzato una serie di incontri con i farmacisti proprio per illustrare i dettagli preliminari del progetto.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO