farmaci

ago292016

Sclerosi multipla secondaria progressiva, Baf312 supera i test di fase III

Sclerosi multipla secondaria progressiva, Baf312 supera i test di fase III
Baf312 (siponimod) ha raggiunto l'endpoint primario in uno studio di fase III condotto su pazienti colpiti da sclerosi multipla secondaria progressiva (Smsp). Lo ha comunicato Novartis, l'azienda che sta sviluppando il farmaco che si somministra per via orale e che è stato in grado di ridurre il rischio di progressione della disabilità confermata a tre mesi rispetto al placebo. L'azienda ha comunicato che lo studio randomizzato e controllato è stato il più grande mai condotto nella Smsp. Lo studio EXPAND ha coinvolto 1651 persone con sclerosi multipla secondaria progressiva provenienti da 31 Paesi. I pazienti sono stati randomizzati a ricevere BAF312 2 mg o placebo secondo una proporzione di 2:1.

Baf312 (siponimod) è un modulatore selettivo di tipi specifici del recettore per la sfingosina-1-fosfato (S1P). Il recettore S1P si trova comunemente sulla superficie di specifiche cellule che risiedono nel sistema nervoso centrale (Cns) e che sono responsabili di causare al Cns i danni che provocano la perdita di funzionalità nelle forme secondarie progressive (Smsp). Baf312 penetra nel cervello e, legandosi a questi specifici recettori, può impedire l'attivazione di queste cellule nocive, contribuendo a ridurre la perdita di funzionalità fisica e cognitiva associata alla Smsp. Novartis ha fatto sapere che i risultati più significativi dello studio EXPAND, compresi gli endpoint primari e gli endpoint secondari chiave, saranno presentati sotto forma di abstract orale (late-breaking) al 32° Congresso dell'European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis (Ectrims), il 17 settembre a Londra.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO