Sanità

mag152020

Sclerosi multipla, SM²: un progetto formativo digitale per la gestione del paziente

Sclerosi multipla, SM²: un progetto formativo digitale per la gestione del paziente

Un progetto formativo dal nome "SM²" per ottimizzare la gestione dei pazienti affetti da Sclerosi multipla, a disposizione di tutti i professionisti che operano in team multidisciplinari

Per la gestione dei percorsi terapeutici e delle relazioni con i pazienti affetti da Sclerosi multipla, nasce il progetto formativo SM² ideato da Edra con il supporto di Biogen Italia, che, attraverso l'attivazione di laboratori di digital cocreation all'interno dei centri, consentirà di sfruttare la tecnologia per rendere più efficiente il lavoro dei team multidisciplinari.
«SM² nasce dall'esigenza di evolvere la clinica e i processi sfruttando appieno il potenziale delle tecnologie digitali - spiega Giuseppe Banfi, amministratore delegato di Biogen-. In Biogen ci poniamo ogni giorno come partner dei pazienti, dei clinici e del sistema sanitario per migliorare le cure: da diversi mesi stiamo lavorando sul percorso di trasformazione digitale delle cliniche che, oggi, alla luce del ridisegno necessario dei modelli di presa in carico del paziente risulta ancora più decisivo».

SM² per la gestione della Sclerosi multipla

In molti centri manca un ecosistema digitale evoluto a supporto dei team che si occupano di Sclerosi multipla e che possa sostenere i professionisti nelle decisioni da prendere, facilitare la gestione del patient journey e migliorare i flussi relazionali con il paziente. Questi centri rappresentano un riferimento importante per un numero sempre più ampio di pazienti, che vi si recano periodicamente per i controlli e la gestione dei trattamenti farmacologici, e che necessitano di un approccio multidisciplinare modulato sulle proprie necessità nelle varie fasi della malattia.
Il percorso formativo prevede un'analisi strutturata della situazione per identificare le criticità del percorso del paziente all'interno dell'organizzazione, la definizione delle aree di miglioramento e di un piano di azione per risolverle e la verifica dell'efficienza organizzativa sulla base nel nuovo approccio metodologico. La dinamica di co-creation permette di rispondere puntualmente alle esigenze del singolo centro evitando il frequente errore di dotarlo di un sistema avulso delle specifiche necessità organizzative, spesso calato dall'alto.

Gli obiettivi del progetto formativo

Gli obiettivi del progetto SM² sono la connessione tra tutti i professionisti coinvolti nel team multidisciplinare per il trattamento della Sclerosi multipla, l'utilizzo di sistemi digitali per migliorare la gestione del paziente da parte del clinico coinvolto, il collegamento digitale con il paziente e la creazione di modelli di raccolta dati 'in cloud' per connettere tutti i professionisti coinvolti nel team multidisciplinare.
«Il modello introdotto da SM² dimostra quanto le tecnologie digitali possano essere abilitanti nel percorso di cura del paziente e, più in generale, di quanto la digital transformation sia necessaria per migliorare le cure e per rendere più efficiente la sanità - spiega Ludovico Baldessin, Chief Business & Content Officer di Edra -. Le statistiche mostrano un deficit di investimenti digitali del Paese, con ricadute negative sul Pil e, per quanto riguarda la Sanità, sulla qualità e sull'efficienza delle prestazioni erogate. L'azione di governo negli ultimi anni, dal Patto per la Sanità digitale ai fondi previsti dall'ultima Legge di Bilancio, ha cercato di colmare questo divario, ma oggi la situazione determinata dal Covid-19 impone un radicale cambio di passo: dobbiamo sfruttare la digital enablig transformation con soluzioni come SM² per lo sviluppo della telemedicina e la presa in carico anche territoriale del paziente».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO