Sanità

apr82020

Sconfezionamento mascherine, in E-Romagna protocollo per le farmacie. Ecco i passaggi operativi

Sconfezionamento mascherine, in E-Romagna protocollo per le farmacie. Ecco i passaggi operativi

La Regione Emilia-Romagna propone alle Farmacie un protocollo sul confezionamento delle mascherine in unità singole, per far comprare ai cittadini un numero di mascherine coerente alle proprie esigenze

Per consentire ai cittadini di acquistare un numero di mascherine coerente alle proprie esigenze, e nelle more di procedure decise a livello centrale o da autorità competenti, la Regione Emilia-Romagna propone alle Farmacie convenzionate un protocollo valido per tutta la durata dell'emergenza Covid-19, "sul confezionamento delle mascherine facciali in unità singole o multipli contenenti poche unità pronte alla vendita e garantire al contempo pari sicurezza nell'uso a quelle del prodotto integro".

Le criticità per le farmacie: poca disponibilità e pacchi multipli

La Regione sottolinea gli elementi di criticità della fase di emergenza sanitaria dovuta alla diffusione dell'infezione Covid-19: da una parte la carenza sul mercato di tali mascherine con un numero attualmente disponibile non sufficiente alla domanda e dall'altra la consegna alle Farmacie di mascherine confezionate in multipli non adatti alla vendita ai singoli cittadini e che spesso contengono al loro interno diverse decine di mascherine, con la conseguenza che la vendita del prodotto, così come acquistato, si esaurirebbe rapidamente impedendo a molti cittadini di poter acquistare una sola o poche mascherine.
Su queste premesse la Regione ha descritto in un protocollo, "le modalità attraverso le quali allestire in farmacia unità singole o confezioni con poche unità (a discrezione del farmacista e della richiesta) di mascherine facciali pronte alla vendita, garantendo al contempo pari sicurezza nell'uso e igiene a quelle del prodotto intero".

I passaggi operativi: Norme di Buona preparazione

Questi i passaggi operativi:
"Le operazioni sono effettuate dal farmacista in Farmacia applicando in via generale le Norme di Buona preparazione dei medicinali della Farmacopea Ufficiale e sono mirate a garantire pari sicurezza nell'uso e igiene a quelle del prodotto intero e a fornire al cittadino tutte le informazioni necessarie per il corretto utilizzo".
L'apertura della confezione intera delle mascherine e il successivo riconfezionamento "devono avvenire nel laboratorio della Farmacia, dove già sono assicurate le corrette operazioni di preparazione, confezionamento, etichettatura e controllo dei medicinali, o nella zona della farmacia destinata a tali attività qualora non vi sia la presenza di un laboratorio".

Fase di allestimento

Durante l'allestimento il farmacista deve valutare i fattori che garantiscano la qualità microbiologica, al fine di mantenere sotto controllo le fonti di contaminazione. Tra questi, il piano di lavoro (che deve essere sanitizzato), il materiale di confezionamento primario, le attrezzature e il personale.
Le varie fasi del processo di allestimento devono prevedere l'adozione di misure di precauzione standard da parte del personale, quali:
▪ igiene delle mani, frizionandole con prodotti idroalcolici oppure lavandole con acqua e sapone;
▪ igiene respiratoria, indossando una mascherina facciale;
▪ guanti;
▪ camice.

Contenitore per il confezionamento
Il confezionamento primario e/o secondario deve essere scelto tra quelli previsti dalla farmacopea in vigore, idoneo alle caratteristiche dell'allestimento.

Scontrino
Lo scontrino fornisce le informazioni essenziali relative a:
a. tipologia di mascherina (es. dispositivo medico, mascherina facciale);
b. data di consegna;
c. numero di unità;
d. nome della farmacia;
e. prezzo applicato.

Foglio illustrativo
Il foglio illustrativo deve essere fornito in fotocopia:
▪ su richiesta del paziente;
▪ nel caso di mascherine lavabili/riutilizzabili che non abbiano etichetta con istruzioni di numero e modalità di ricondizionamento sul singolo pezzo.
L'eventuale fotocopia non deve essere posta in diretto contatto con le mascherine.

Documentazione delle attività
Il farmacista conserva le seguenti informazioni:
▪ della confezione integra: denominazione, nome del produttore, nome dell'eventuale distributore, quantità, data di arrivo, numero di lotto se disponibile;
▪ dell'allestimento: numero di confezioni e numero di mascherine facciali inserite in ciascuna di esse.

(SZ)

Il Protocollo per il riconfezionamento delle mascherine della Regione Emilia-Romagna
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO