Sanità

feb62020

Scontrini elettronici, in arrivo lettere bonarie. Ulteriori modifiche a registratori in vista

Scontrini elettronici, in arrivo lettere bonarie. Ulteriori modifiche a registratori in vista

Scontrini elettronici, in arrivo lettere bonarie da parte dell'Agenzia delle entrate. In vista altre modifiche ai registratori telematici

In merito al cosiddetto scontrino elettronico, sono in arrivo lettere bonarie da parte dell'Agenzie delle Entrate. A darne notizia l'Agenzia stessa, che ha messo sotto i riflettori quegli esercizi con fatturato superiore ai 400 mila euro nel 2018 per i quali «non risultino trasmissione di corrispettivi certificati e memorizzati con il registratore telematico o tramite l'apposita procedura web del portale "Fatture e corrispettivi"». Intanto, per quanto riguarda l'ultimo aggiornamento sui corrispettivi non riscossi, dall'Agenzia è arrivata una nota indirizzata a Federfarma e Comufficio, in merito alla modifica da apportare ai registratori telematici.

La lettera dall'Agenzia

Come si legge sul sito dell'Agenzia delle Entrate, sono state inviate «lettere amichevoli agli operatori del commercio al minuto e attività assimilate che non risulta abbiano trasmesso i corrispettivi certificati e memorizzati con il registratore telematico o tramite l'apposita procedura web del portale "Fatture e corrispettivi". Gli operatori possono utilizzare il canale di assistenza Civis per fornire all'Agenzia chiarimenti e segnalazioni. Tali chiarimenti o segnalazioni non sono necessari per chi, pur operando nell'ambito del commercio al dettaglio e attività assimilate, ha deciso di certificare le proprie operazioni esclusivamente con fattura». In particolare, da quanto si apprende, le situazioni prese in considerazione gli esercenti con fatturato superiore ai 400 mila euro nel 2018, che sono partiti con il nuovo obbligo da luglio dell'anno scorso.

Registratori telematici: in vista nuove modifiche

Intanto, all'indomani del provvedimento del 20 dicembre, che aveva sanato una criticità rilevata dalle farmacie fin dalla partenza del nuovo obbligo, relativa ai corrispettivi non riscossi contenuti nella Distinta Contabile Riepilogativa da trasmettere al Ssn, l'Agenzia delle Entrate, secondo quanto riferisce Federfarma in una circolare, ha inviato una nuova nota con ulteriori chiarimenti.
Come noto, il provvedimento di dicembre aveva introdotto un nuovo campo -, che sarà in vigore dal primo marzo e che, come aveva scritto Federfarma «consente alle farmacie che si avvalgono dei Registratori telematici (Rt) configurati per Sistema TS, di indicare, in maniera specifica, le competenze Ssn delle distinte contabili presentate agli Enti erogatori al netto dell'Iva».
Ora, con la nuova comunicazione destinata al sindacato dei titolari ma anche a Comufficio, l'associazione delle aziende produttrici, importatrici e distributrici di prodotti Ict, tra cui i registratori telematici, l'Agenzia informa di «aver invitato Comufficio a segnalare a tutti i produttori di Registratori Telematici (RT), la correzione effettuata, al fine di consentire la corretta installazione, ovvero aggiornamento degli apparecchi di cui le farmacie sono dotate, nonché di quelli in vendita, per consentire di trasmettere, dal prossimo 1° marzo 2020, i dati in questione in maniera coerente con le previsioni normative».
Dall'Agenzia viene anche confermata l'indicazione che «per le farmacie che si avvalgono della ventilazione dei corrispettivi, l'importo da indicare nel campo è al lordo dell'Iva».
A ogni modo, come aveva scritto in precedenza Federfarma, «il provvedimento precisa che "Al fine di consentire un congruo periodo di adeguamento dei registratori telematici, a partire dal 1° marzo 2020 è possibile trasmettere i dati dei corrispettivi secondo le specifiche previste dall'allegato denominato "Tipi dati per i corrispettivi - versione 6.0 - novembre 2017" o, in alternativa, secondo le specifiche previste dall'allegato denominato "Tipi dati per i corrispettivi - versione 7.0 - marzo 2020".
A partire dal 1° luglio 2020 i dati dei corrispettivi sono trasmessi esclusivamente nel rispetto del predetto allegato tecnico denominato "Tipi dati per i corrispettivi - versione 7.0 - marzo 2020", anche al fine di consentire di adeguarsi all'entrata in vigore, dal prossimo 1° luglio 2020, della Lotteria degli Scontrini».
E a questo proposito, L'Agenzia ha infatti anche informato che l'aggiornamento del file "Allegato-TipiDatiCorrispettivi-V7.0-marzo2020" è scaricabile dall'area fatture e corrispettivi.

Francesca Giani
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO