Sanità

mag312019

Scontrino elettronico, codice etico e Statuto in Consiglio di presidenza Federfarma

Scontrino elettronico, codice etico e Statuto in Consiglio di presidenza Federfarma

Scontrino elettronico, codice etico e statuto: il presidente di Federfarma Marco Cossolo sintetizza i contenuti dell'ultimo consiglio di presidenza

Una seduta fiume di dieci ore quella, tenutasi ieri, del Consiglio di presidenza di Federfarma, che Marco Cossolo sintetizza in una intervista a Federfarma Channel. Tre gli argomenti al centro della discussione: un regolamento interno sulle incompatibilità; il progetto di Promofarma sulla trasmissione telematica degli scontrini fiscali; la bozza di nuovo statuto dell'associazione.
«Su mia proposta», dichiara Cossolo, «il Consiglio ha approvato un codice di autoregolamentazione che, andando oltre gli obblighi statutari, impegna i suoi componenti a non avere alcun rapporto di tipo economico con società che lavorino per le farmacie o per Federfarma, anche nelle sue articolazioni provinciali. Precedentemente l'obbligo era a non fare parte dei consigli di amministrazione di suddette società, ora si fa un passo ulteriore». Toccherà poi alla coordinatrice del Consiglio delle Regioni Franca Conchiglia sottoporre all'assemblea questa opzione per verificare se anche i suoi componenti saranno disposti a sottoscriverla.
Secondo punto all'ordine del giorno, le modalità di trasmissione telematica degli scontrini fiscali. «Sono al corrente del fatto», sottolinea Cossolo, «che i colleghi sono alle prese con offerte commerciali molto onerose per quanto concerne l'adeguamento dei registratori di cassa alla nuova normativa. E così, con la volontà di calmierare il mercato, Promofarma ha messo a punto un progetto di market place, presentato in Consiglio dal presidente Nicola Stabile, sul quale i colleghi troveranno offerte commerciali, comprensive di assistenza tecnica, vantaggiose. La circolare con i dettagli partirà a brevissimo».

Ma il capitolo più lungo è stato quello dedicato alla bozza di nuovo statuto, frutto del lavoro di due anni portato a termine da una apposita commissione guidata da Carlo Ghiani. «Abbiamo esaminati tutti i punti salienti della bozza», conclude Cossolo, «ed espresso tutte le osservazioni del caso. Al momento però non le rendiamo note, preferiamo che nei prossimi giorni il progetto sia esaminato anche dal Consiglio delle regioni e che le proposte di modifica arrivino, tutte insieme, alla commissione, che provvederà a sintetizzarle, mettendo a punto una nuova bozza, la quale verrà poi sottoposta a tutte le associazioni provinciali»


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO