Sanità

mar132013

Sicilia conferma i ticket, stretta sulle prescrizioni degli Mmg

Un decreto dell’assessorato alla Salute delle regione Sicilia ha confermato tutti i ticket introdotti negli anni scorsi: 2 euro per ogni ricetta più una cifra variabile a seconda del tipo di farmaco scelto (griffato o generico); e il nuovo piano 2013-2015 in via di definizione prevede altri tagli alla spesa farmaceutica. Spesa che avrebbe dovuto fermarsi al 13% dello stanziamento totale per la sanità pubblica regionale e, invece, è arrivata al 14%: «In alcuni casi» segnala l’assessorato «ci sono consumi anche due o tre volte superiori a quelli del resto del Paese». Per questo motivo lo Stato ha imposto per il 2013 di scendere all’11,35% e «dunque» spiega Salvatore Sammartano, dirigente dell’assessorato «ora bisognerà tagliare almeno un centinaio di milioni». Come? Con una nuova stretta sulle ricette emesse dai medici di famiglia, che potranno essere sanzionati per errori o per eccesso di prescrizioni. «Bisogna intervenire sui farmaci usati nel diabete, sugli antipertensivi, sugli ipolipemizzanti, sugli antibatterici per uso sistemico» ha dichiarato l’assessore alla Salute Lucia Borsellino «E ancora va ridotta la spesa per i farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa, per quelli per i disturbi ostruttivi delle vie respiratorie e per gli inibitori della pompa acida. Per queste classi di farmaci saranno introdotti dei parametri specifici di consumo allo scopo di allineare la spesa regionale a quella nazionale. Si interverrà sui comportamenti prescrittivi a rischio di inappropriatezza anche con l'applicazione di eventuali sanzioni».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi