Sanità

mar182013

Sicilia indietro sui ticket, resta il buco nelle casse regionali

La commissione sanità della regione Sicilia ha bocciato la proposta di aumentare del 50% i ticket sulle ricette per medicinali, che avrebbe portato il costo a carico del cittadino da 2 a 3 Euro. Annullata anche la richiesta di 15 Euro in più al giorno di ricovero ospedaliero per i pazienti che superassero un reddito annuo di 50mila euro. Quest’ultima manovra avrebbe portato alle casse della regione 15 milioni di Euro, che saranno solo in parte recuperati con il taglio del 20% delle indennità dei direttori generali delle Asp. Urge una manovra rigorosa perché si deve coprire un buco di 2 miliardi ma all’assessorato della Sanità non c’è aria di sconfitta, come dichiarato a La repubblica di Palermo «la proposta del governo intendeva essere una misura che contribuisse al risanamento del bilancio regionale chiamando a partecipare i cittadini più abbienti». Soddisfatti invece i cittadini e i sindacati medici. «Il ticket in sanità» ha detto Renato Costa, segretario regionale della Cgil medici «è la misura più antieconomica e miope che ci possa essere: il cittadino per risparmiare trascura la prevenzione e scopre le malattie in fase avanzata, quando i costi per le cure si decuplicano». Dure critiche da Enzo tango, segretario regionale Uil funzione pubblica «fino a quando non vedremo una vera lotta a sprechi, megastipendi e costi della politica, non è concepibile che possa continuare a intervenire sul diritto del cittadino a essere curato».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi