Sanità

giu162016

Sifo, Marcello Pani (presidente): motivare categoria e fare quadrato per la salute di tutti

Sifo, Marcello Pani (presidente): motivare categoria e fare quadrato per la salute di tutti
A soli due mesi dal suo incarico di presidente della Sifo, Società italiana di farmacia ospedaliera, Marcello Pani (foto) delinea gli scenari dei prossimi 4 anni fissando già i punti del congresso nazionale in programma per dicembre. «Ricompattare e motivare la categoria», sarà per Pani tra gli obiettivi a cui tendere, senza tralasciare la formazione e la ricerca. Ma, prima di ogni cosa, sarà necessario che gli attori del Ssn «facciano quadrato per la salute di tutti».

Presidente, che situazione raccoglie e che impronta intende dare al nuovo corso?
Uno dei compiti più importanti di questo direttivo sarà quello di ricompattare e motivare la categoria, assicurando una crescita professionale dei soci più diffusa e omogenea. La formazione e la ricerca saranno ancora orientate verso gli ambiti di interesse per la professione di farmacista, sia ospedaliero che territoriale. Tenuto conto degli scenari in forte evoluzione nella sanità italiana, a questi si aggiungeranno altri, come ad esempio la logistica e l'innovazione, che affronteremo in maniera approfondita affinché il farmacista si ponga come opinion leader.

E poi?
Particolare attenzione sarà data alle attività di formazione ed informazione dei pazienti e, infine, attiveremo canali di collaborazione con i colleghi di altri Paesi europei. Favoriremo le collaborazioni e i progetti con altre Società scientifiche, Associazioni di categoria, Università, Istituti di ricerca ed Istituzioni, Associazioni dei pazienti e con le Aziende private che operano nell'ambito sanitario.

Quali sono i problemi più incombenti per la categoria in questo momento?
Tenuto conto della difficile situazione economica, il principale è la necessità di tenere sotto controllo la spesa farmaceutica ospedaliera e territoriale attraverso la modernizzazione dei percorsi. Non è più accettabile che del paziente si conosca tutta la terapia fino a quando è nel territorio e che ai consumi territoriali non si possano sommare quelli ospedalieri o quelli della continuità assistenziale, perché i sistemi informativi parlano un linguaggio diverso o perché, in molti casi, dal momento del ricovero fino al momento delle dimissioni, non vengono rilevati o condivisi i dati.

Chiederemo a gran voce la modernizzazione delle infrastrutture coinvolte nel percorso della distribuzione dei farmaci e dei dispositivi medici alle varie unità operative, con l'impiego delle nuove tecnologie disponibili. È strategico garantire la tracciabilità del farmaco o del dispositivo medico su cui la Sifo attiverà a breve una task force che lavorerà molto nei prossimi anni.

Quale sarà il tema centrale del prossimo congresso e con quale priorità arriverete?
Il titolo è "Facciamo quadrato per la salute di tutti. La Persona, le Istituzioni, i Professionisti, le Tecnologie". Attraverso il percorso di vita della persona (dal concepimento alla terza età), i setting di cura (dall'ambiente domestico all'ospedale) e i processi delle tecnologie, verrà sottolineato come il ruolo del farmacista del Ssn sia imprescindibile affinché i diritti di accesso alle cure innovative e la sostenibilità possano coesistere in un momento storico ed economico ancora molto difficile.

Rossella Gemma


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO