Sanità

set112021

Sileri: farmacia presidio di prossimità

Sileri: farmacia presidio di prossimità

Sileri a Cosmofarma: le farmacie con la somministrazione dei vaccini si sono confermate come un fondamentale presidio di prossimità per i cittadini

«La pandemia ha accelerato e portato a compimento progetti che erano solo in fase sperimentale o che languivano da anni. E le farmacie, in particolare, con la somministrazione dei vaccini si sono confermate come un fondamentale presidio di prossimità per i cittadini». Il Sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri torna su un concetto molto caro anche al ministro Speranza: la necessità di puntare, in vista di un rilancio del Ssn, su una medicina "di prossimità". L'occasione è il convegno organizzato a Cosmofarma da Fofi e Fondazione Cannavò su "Virus vaccini varianti, un viaggio con i farmacisti e le farmacie nella nuova normalità". «Il farmacista», ribadisce Sileri, collegandosi da Roma, «è una figura di grande fiducia per i pazienti e rappresenta oggi più che mai un cardine della corretta informazione sui temi sanitari».


Brusaferro: farmacie di comunità parte essenziale del Ssn

«Il Servizio sanitario nazionale continua a essere un punto di forza nel nostro sistema e le farmacie di comunità ne sono parte essenziale». Il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, anch'egli in collegamento da remoto, ricorda la stretta collaborazione, in tempi di pandemia, dell'Iss con la Fofi e la Fondazione Cannavò, concretizzatasi, soprattutto, con l'organizzazione dei corsi per "farmacisti vaccinatori", primo passo di quella che obiettivamente è stata una svolta epocale». In prospettiva, «è importante implementare la interprofessionalità e che ci sia una forte sinergia tra ministero della Salute e Mef quando si parla di investimenti in sanità».
Guido Rasi - ex direttore di Afa ed Ema - indica nella capillarità uno degli elementi fondamentali del nostro sistema farmacia. Gli fa eco il generale dell'Esercito Antonio Battistini, braccio destro di Figliuolo nella struttura commissariale, aggiungendo che «già prima dell'emergenza sanitaria la farmacia italiana si stava trasformando in un servizio che va ben oltre la dispensazione del farmaco. È il luogo dove si distribuisce salute e il paziente riconosce nel farmacista competenza, familiarità, disponibilità al colloquio».


La professione nell'emergenza

«Da quando siamo in emergenza pandemica», sottolinea Luigi D'Ambrosio Lettieri, presidente della Fondazione Francesco Cannavò e vice presidente Fofi - «virus, vaccinazioni, varianti sono le parole entrate stabilmente nel nostro diario quotidiano che registra l'impegno dell'intera comunità scientifica, della politica, delle professioni sanitarie e dei corpi sociali, unite nello sforzo di trovare risposte corrette ed efficaci per ripristinare l'auspicata protezione della salute e della vita restituendoci serenità, lavoro e produttività economica».
Il presidente di Federfarma Marco Cossolo si sofferma sull'accordo raggiunto con la struttura commissariale sul prezzo calmierato dei tamponi in farmacia: «Dal 6 agosto al 6 settembre le farmacie italiane hanno effettuato 2,5 milioni di tamponi, quindi una media di 125.000 tamponi al giorno grazie alle 6.600 farmacie aderenti all'accordo sui tamponi. Con la pandemia siamo davanti a un cambiamento epocale e in questi casi o ci si fa travolgere o si cavalca l'onda e la stragrande maggioranza dei farmacisti lo sta facendo».
Andrea Mandelli, vice presidente della Camera e presidente della Fofi, conclude ricordando i trenta farmacisti vittime del Covid e il grande contributo dato dal sistema farmacia alle campagne di salute pubblica in atto, a partire dai tamponi antigenici e dalle vaccinazione. Senza dimenticare «la grande capacità dimostrata dai professionisti nell'aiutare il cittadino a superare timori e reticenze alla vaccinazione anti Covid. E ora, alla luce della rapida diffusione della variante Delta del Sars-CoV-2 e in previsione della necessità di una terza dose, la nostra funzione di supporto non potrà che accrescersi. In questo scenario i farmacisti italiani sono pronti a fare la loro parte». Anche nella campagna autunnale di somministrazione dei vaccini antinfluenzali.

Giuseppe Tandoi
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO