Sanità

ott232014

Simg e Amd: con prevenzione in farmacia si risparmia

Simg e Amd: con prevenzione in farmacia si risparmia

La prevenzione fatta in farmacia si traduce in milioni di risparmio per le casse dello Stato. Uno studio dell'Istituto di Sanità Pubblica dell'Università Cattolica di Roma ha valutato l'impatto economico che la campagna di prevenzione sul rischio cardiovascolare 'Ci sta a cuore il tuo cuore' ha avuto dal 2012 al 2015. Gli esperti hanno analizzato in chiave retrospettiva i dati oggetto della campagna realizzata dalla rete di farmacie Apoteca Natura in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) e l'Associazione Medici Diabetologi (AMD). Il risparmio relativo al campione di persone analizzate, circa 46 mila, ammonterebbe a più di un milione di euro."Il tutto moltiplicato per l'intera popolazione italiana e le diverse patologie, si tradurrebbe in numerosi milioni risparmiati", spiega Walter Ricciardi, direttore del dipartimento di Sanità pubblica.
Dallo studio emerge il ruolo chiave del farmacista visto come "collante naturale tra medico e cura", spiega il Senatore Andrea Mandelli. Oltre 7 mila delle persone che hanno preso parte allo studio erano inconsapevoli di essere soggetti ad elevato rischio cardiovascolare e, grazie al ruolo proattivo del farmacista, sono stati mandati dal medico curante che è così intervenuto tempestivamente. Più di un terzo delle persone che hanno preso parte allo studio era 'under 55, "una fascia di popolazione che difficilmente si reca dal medico se non su indicazione", spiega Giuseppe Ventriglia, Responsabile Nazionale formazione Simg (Società Italiana di Medicina Generale).
"Noi non vogliamo offrire prevenzione in maniera episodica ma permanente - spiega Massimo Mercati, direttore generale di Apoteca Natura - Vorremmo che le farmacie dessero servizio di risk assessment ogni giorno, vogliamo portare in questa direzione la modalità  strutturale di gestione della farmacia".
Un'iniziativa che vede una 'rivisitazione' e rafforzamento del ruolo del farmacista, una best practice tutta italiana che è stata accolta con grande entusiamo anche da Jhon Chave, Segretario Generale del Pharmaceutical Group of the European Union, che si è detto pronto a "sostenere e portare in Europa l'iniziativa".
Con questa analisi "abbiamo dimostrato che il farmacista può permettere allo Stato di risparmiare - sottolina - Ricciardi - Siamo l'unico Paese che sta cercando di difendere un SSN".

Attilia Burke



discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO