Sanità

mar302012

Sinafo Lazio, sciopero viagra contro liberalizzazioni

Stato di agitazione permanente per un mese per protestare contro la norma del cosiddetto decreto liberalizzazioni sull’accesso a titoli per i concorsi e, una volta scaduto il termine, uno «sciopero del viagra» negli ospedali pubblici e nelle aziende sanitarie. A lanciare questa forma di protesta il sindacato regionale farmacisti ospedalieri del Lazio (Sinafo), con l’appoggio del livello nazionale, che ieri ha organizzato un sit-in  in Piazza Montecitorio. «La nostra è una provocazione» spiega Loredana Vasselli, direttore Uoc farmacie territoriali Asl. «Non potevamo bloccare l'erogazione di antitumorali e così abbiamo deciso di non erogare questo tipo di farmaco che è importante, ma allo stesso tempo non mette a rischio la sicurezza del paziente». La protesta è «contro l'iniquità nell'attribuzione dei punteggi a titoli del servizio dei farmacisti pubblici, che operano negli ospedali e nelle aziende sanitarie locali. La nostra richiesta, che rivolgiamo al ministero della Salute, è che ci vengano attribuiti almeno gli stessi punteggi dei titolari privati, perché attualmente con questo testo ci vediamo valutati circa la metà».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi