Sanità

ago292016

Sisma, camper Arquata operativo, in arrivo farmacia-container ad Amatrice

Sisma, camper Arquata operativo, in arrivo farmacia-container ad Amatrice
Un camper attrezzato in coordinamento con la Protezione Civile ad Arquata del Tronto e un container-farmacia ad Amatrice: si concretizza così in queste ore l'impegno della Federazione degli Ordini dei Farmacisti a intervenire in soccorso delle popolazioni terremotate di Lazio e Marche. Il senatore Andrea Mandelli presidente Fofi traccia un quadro delle operazioni sul campo: «Scattata l'emergenza ci siamo mobilitati e in meno di 24 ore dal primo sisma eravamo ad Arquata del Tronto, dove ci ha indirizzato la Protezione Civile, per provvedere all'approvvigionamento di tutto il necessario (farmaci, dispositivi medici e diagnostici) con il camper farmacia gestito dall'Associazione Farmacisti Volontari di Verona, presieduta da Paolo Pomari, che coordina gli operatori da noi inviati sul campo. Su Amatrice è stata ottenuta l'autorizzazione della Protezione Civile e del Sindaco e consegniamo tra oggi e domani un container attrezzato come quelli che già si sono visti all'Aquila, una struttura di 6 metri per 5,70 per 2,70 di altezza, con uno sportello dal quale un operatore farmacista dispensa i medicinali. Sottolineo che, grazie all'operatività dell'Associazione Nazionale Farmacisti Volontari presieduta da Enrica Bianchi, possiamo contare in ogni momento su un numero di farmacisti specificamente formati che possono non soltanto consentire la turnazione nella dispensazione dei farmaci, ma anche aumentare la presenza in funzione delle necessità». L'esperienza dell'Associazione Nazionale Farmacisti Volontari per la Protezione civile nasce da un'idea dello stesso Mandelli dopo il terremoto dell'Aquila.

«In quell'occasione, la prima in cui siamo intervenuti, abbiamo deciso di dare vita a un'associazione che fosse riconosciuta e coordinata dalla Protezione Civile. In questi anni da puro volontariato il contributo dei farmacisti è diventato strumento importante per aiutare concretamente i cittadini vittime di catastrofi». Non appena appreso del sisma, Federazione degli Ordini e Federfarma hanno attivato una ricognizione delle farmacie danneggiate e preparato camper e container, ma soprattutto personale: «In questi casi - ricorda Mandelli- è necessario assicurare squadre "fresche" di professionisti ogni tre giorni, e materiale adeguato. Il container, come accennavo, deve disporre di tutto ciò che serve incluse, per esempio, le "strisce" per la glicemia e la piccola diagnostica».

Il Presidente della Fofi giudica molto positivamente la decisione della Regione Marche di evitare ai cittadini delle zone colpite di partecipare alla spesa farmaceutica: pur non essendoci il ticket, ordinariamente si paga ad esempio la differenza tra generico e farmaco branded per un principio attivo a brevetto scaduto. La Regione inoltre ha deciso di concedere gratuitamente nei comuni entro i suoi confini tutti i farmaci prescritti dal medico di famiglia, anche di fascia C non a carico del Servizio sanitario nazionale. Ad Amatrice, varcato l'Appennino, difficilmente sarà così, il Lazio è in piano di rientro e vive una fase di estremo rigore nella dispensazione dei farmaci. «In fasi post-catastrofe come questa è importante che tutte le parti in campo generino atti di responsabilità - dice Mandelli - ed è per questo, immaginando ad esempio la difficoltà della popolazione a reperire liquidità, che è auspicabile l'estensione del beneficio a tutte le aree terremotate».


Mauro Miserendino
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO