Sanità

ago292016

Sisma. Roma, da Federfarma e Ordine chiarimenti per le donazioni

Sisma. Roma, da Federfarma e Ordine chiarimenti per le donazioni
Per facilitare e garantire l'efficacia della catena di aiuto e supporto alle popolazioni colpite dal terremoto da parte della categoria, Federfarma Roma e Ordine dei farmacisti di Roma hanno «unito le forze e condiviso iniziative congiunte» e con una circolare inviata agli associati hanno fornito importanti indicazioni volte a semplificare la raccolta dei prodotti di prima necessità destinati alle popolazioni colpite dal terremoto.
Dalla circolare si apprende che «grazie alla collaborazione con Cef, Farla e Unico sono stati predisposti dei pacchi standard del valore di circa 50 euro ciascuno contenenti i prodotti richiesti dalla Protezione Civile e che la farmacia potrà donare tramite il proprio grossista». Questa soluzione, spiega la circolare, eviterà alcuni passaggi in quanto non sarà la farmacia doversi occupare del recapito dei prodotti donati presso il centro di raccolta «ma sarà il grossista che provvederà alla consegna». Per procedere alla donazione tramite grossista bisogna «compilare l'apposito ordine (clicca qui per scaricare il modulo) inviarlo al grossista prescelto, indicando il numero di pacchi standard che si intendono donare. Gli ordini dovranno pervenire al grossista entro e non oltre mercoledì 31 agosto in modo da consentire la consegna presso il centro di raccolta in tempo utile per il ritiro da parte della Protezione Civile programmato per il 2 settembre».
La circolare precisa che «alcuni colleghi hanno segnalato che molti cittadini si rivolgono in farmacia per acquistare farmaci e altri prodotti da donare alle popolazioni terremotate. In tal caso, invitiamo i colleghi ad informare i cittadini che i prodotti acquistati possono essere portati dai cittadini stessi, entro e non oltre giovedì 1° settembre, presso il centro di raccolta dell'Associazione via dei Tizii, 10 - Roma (tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 18.00). In caso di donazione di prodotti non disponibili presso i grossisti (coperte, biancheria intima, batterie, ecc.) è necessario far pervenire tali prodotti al centro di raccolta». Infine, Federfarma Roma e Ordine di Roma ricordano che «accanto al sostegno diretto alle popolazioni, dobbiamo dare un aiuto concreto ai nostri colleghi che hanno perso la loro farmacia in modo da riprendere quanto prima l'attività. Rinnoviamo pertanto fortemente l'invito a sostenere i nostri colleghi che stanno vivendo momenti drammatici. Le donazioni possono essere effettuate sul conto corrente intestato a EDRA SPA utilizzando l'IBAN IT 22 V 03069 09502 100000001613». Massima disponibilità arriva anche dalle Aziende di distribuzione intermedia del farmaco associate all'Adf (Associazione distributori farmaceutici). In una nota l'Associazione rende noto che «gli associati sono pronti a contribuire ad ogni esigenza che dovesse venire indicata dagli Organismi di pronto intervento della Protezione Civile operanti nei territori colpiti attraverso le proprie strutture operative in loco (4 in Abruzzo, 10 nel Lazio, 6 nelle Marche, 4 in Umbria)» e che presso gli uffici di Roma, «è stata costituita un'apposita unità di crisi che può essere coinvolta utilizzando i seguenti recapiti: Telefono: 06/4870148 - 06/4828606, Telefax: 06/47824943, cell. 340-1435874 - 340-3206421». Alla filiera si aggiunge anche la voce di Credifarma SpA, la finanziaria dei farmacisti, che nei giorni scorsi ha fatto sapere di «aver sospeso per 12 mesi il rimborso delle rate dei finanziamenti e in aggiunta al fine di sostenere i primi interventi, mette a disposizione delle Farmacie associate a Federfarma, l'equivalente di una dcr a tasso zero rimborsabile in 6 mesi».(SZ)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO