Sanità

apr82013

Sistri: sospesi i contributi 2012 ma il sistema riparte

Il contributo annuale al Sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi.(Sistri) è sospeso anche per il 2013. Lo annuncia un comunicato del ministero dell'Ambiente, nel quale si anticipa anche l’imminente pubblicazione di un decreto destinato a rimettere in funzione la macchina organizzativa del Sistema, ferma dal 2011. Federfarma ha diffuso il comunicato ministeriale ai suoi iscritti, riepilogando le tappe già in calendario: i produttori di rifiuti pericolosi con più di dieci dipendenti e le imprese che gestiscono rifiuti periciolois dovranno adeguarsi alle procedure dal 1 ottobre di quest’anno, tutte le altre imprese dal 3 marzo del 2014. La maggior parte delle farmacie rientra nel secondo scaglione, mentre nel primo si inseriscono quelle farmacie che, oltre al personale eccedente la decina, gestiscono tra gli scaduti farmaci citotossici o citostatici e smaltiscono rifiuti da autodiagnosi o altri materiali pericolosi. Prima della sospensione del Sistri, Confcommercio e le altre associazioni d’imprese avevano avanzato forti dubbi sulla capacità operativa del sistema informatico; il Ministero quindi intende anticipare le scadenze con «procedure di verifica» da condurre in collaborazione con le imprese, allo scopo di «eliminare le pesantezze burocratiche e amministrative» e collaudare la procedura. In particolare, dal 30 aprile al 30 settembre verranno effettuati test con le aziende che entreranno nel Sistri da ottobre, dal 30 settembre al 28 febbraio 2014 con le altre. Anche le imprese che trattano rifiuti non pericolosi potranno utilizzare il Sistri, su base volontaria, dal 1 ottobre prossimo.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ansel - Principi di calcolo farmaceutico
vai al download >>

SUL BANCO