FARMACI E DINTORNI

feb12011

Smog alle stelle, Pm10 oltre soglie tollerabili

Preoccupano molto i livelli di Pm10 registrati dall'Arpa nell’hinterland milanese: oltre il doppio della soglia di guardia (50 mg/mc). E gli esperti, al termine del 14° Congresso internazionale dedicato all’asma bronchiale, tenutosi a Verona, lanciano un appello sui rischi per la salute. «Le PM10 provocano effetti nel breve e nel lungo termine: da una semplice infiammazione può svilupparsi una bronchite cronica» esordisce Roberto W. Dal Negro, direttore di Pneumologia dell’Azienda ULSS 22 di Bussolengo. E aggiunge: «Inoltre queste particelle di 10 micron sono in grado di veicolare sopra di sé degli allergeni e possono provocare anche un doppio danno, arrivando a scatenare anche crisi allergiche. Un ultimo appunto per i portatori di malattie respiratorie: occorre in questi frangenti prestare ancora più attenzione alla regolarità della cura prescritta». E a farne le spese sono le fasce più vulnerabili della popolazione, come i bambini, gli anziani e tutti i pazienti cardiovascolari, difficili da proteggere dalle Pm10. «Evitare di uscire nelle ore di punta, e se indispensabile munirsi di un filtro per la bocca, che sia una mascherina o una semplice sciarpa» sono le raccomandazioni di Dal Negro, «per i piccoli, non farli uscire in carrozzina in quanto all’altezza dello scarico degli autobus e delle macchine, o comunque portarli nelle zone con la massima concentrazione veicolare. Per ridurre lievemente il forte impatto di smog meglio alimentarsi con verdura fresca, frutta e con tutte le sostanze dalle proprietà antiossidanti. Ma purtroppo la situazione non può essere così facilmente risolvibile: è troppo tardi».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO