Sanità

apr62016

Specializzazione, Crui chiede sblocco dei bandi. d'Ambrosio Lettieri: mozione irricevibile

Specializzazione, Crui chiede sblocco dei bandi. d’Ambrosio Lettieri: mozione irricevibile
La mozione del Crui di sbloccare i bandi di formazione specialistica per i laureati magistrali non medici «anche superando la determinazione dei fabbisogni formativi prevista dalla medesima norma» è irricevibile e umiliante per la dignità di tantissimi giovani laureati e cancella il faticoso lavoro bipartisan svolto dal Parlamento per assicurare a migliaia di specializzandi lo stesso trattamento economico attribuito ai medici per la frequenza dei corsi di specializzazione. Così che il senatore Luigi d'Ambrosio Lettieri (CoR), componente Commissione Sanità Senato commenta la mozione avanzata della Conferenza dei rettori. La Crui, sottolinea d'Ambrosio Lettieri, «vorrebbe ripristinare l'antefatto - lasciando nella più assoluta incertezza normativa migliaia di studenti e ponendoli in una situazione di disparità incomprensibile e inaccettabile, considerata la peculiarità essenziale e non sostituibile di queste figure professionali nell'ambito dell'area di riferimento - attraverso la richiesta di abrogazione del comma 1, art. 8 della Legge n. 401/2000 che, invece, ne equiparava giustamente i percorsi anche da un punto di vista economico e vanificando, conseguentemente, le disposizioni del DM 4 febbraio 2015, n.68». In tal modo, prosegue «la Crui ritiene di "rimuovere le cause che sono alla base del blocco dei bandi di formazione specialistica per i laureati magistrali non medici che ne hanno inalienabile diritto" non ottemperando a quello stesso diritto».

Un atteggiamento che secondo il senatore, «desta ancora più sconcerto se si pensa al ruolo della Crui racchiuso paradossalmente nelle parole dello stesso presidente Guido Manfredi "per una nuova Primavera delle Università: la chiave è attrarre i giovani e consolidare il ruolo della Università come motore dello sviluppo"». E aggiunge: «I destini di quegli stessi giovani cui pure la stessa Crui riconosce "l'inalienabile diritto" alla remunerazione sarebbero totalmente pregiudicati». La funzione della associazione da lui guidata, commenta d'Ambrosio Lettieri «è stata tradita in pieno con una mozione censurabile nel metodo, attesa la completa assenza di sensibilità politica e istituzionale nelle procedure eseguite senza farsi carico di consultare i direttori delle scuole di specializzazione e i direttori di dipartimento interessati». E conclude rivolgendosi al presidente Manfredi: «Piuttosto che esercitarsi in improbabili slalom normativi, il presidente si preoccupi e poi si occupi concretamente di come attrarre i giovani e di contrastare la lenta agonia delle Università italiane, in particolare di quelle del Mezzogiorno fortemente discriminate nella iniquità delle risorse e che, come hanno evidenziato i dati degli ultimi dieci anni (con il 20% in meno di immatricolazioni rispetto al 2004-2008, con le tasse più alte d'Europa e con non proprio entusiasmanti performance a livello internazionale), perdono sempre più attrattività, determinando un impoverimento irreversibile di giovani risorse».

(SZ)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ansel - Principi di calcolo farmaceutico
vai al download >>

SUL BANCO