Sanità

apr122017

Spesa farmaceutica, Def: a disposizione di Aifa dati per tracciare ospedaliera e diretta

Spesa farmaceutica, Def: a disposizione di Aifa dati per tracciare ospedaliera e diretta
Accesso diretto da parte dell'Agenzia Italiana del Farmaco ai flussi informativi di monitoraggio dell'assistenza farmaceutica, ai dati della ricetta dematerializzata farmaceutica presenti nel sistema Tessera Sanitaria e ai dati della fatturazione elettronica relativa ai medicinali. È questo uno dei contenuti del Documento di economia e finanza (Def) per il 2017, approvato ieri dal Consiglio dei ministri, la manovra di aggiustamento dei conti pubblici, come si legge nella nota (il testo, nel momento in cui questo numero chiude, non è ancora disponibile). La misura dovrebbe garantire una maggiore certezza e controllo sull'andamento della spesa ospedaliera e della diretta. E per quanto riguarda il monitoraggio dei dati della fattura elettronica, come anticipa un articolo di Sanità24, «l'Aifa se ne avvarrà attraverso il sistema di interscambio previsto da un decreto dell'Economia del 2008. Dal 2018 nelle fatture elettroniche emesse nei confronti degli enti del Ssn per l'acquisto di farmaci sarà obbligatorio apporre anche il codice Aic (autorizzazione al commercio) e il quantitativo. Le fatture saranno messe a disposizione dell'Aifa. Sarà necessario un decreto dell'Economia per disciplinare le caratteristiche tecniche di indicazione dell'Aic e le modalità di accesso ai dati da parte di Aifa». Tra le novità del Def c'è poi l'inserimento di un nuovo indicatore del «benessere equo e sostenibile».

Come si legge nella nota, «in linea di principio il benessere trae vantaggio dall'aumento del prodotto interno lordo ma non coincide con esso. La qualità e la sostenibilità dell'ambiente, le diseguaglianze economiche, la qualità del lavoro, la salute ed il livello di istruzione della popolazione sono alcune delle dimensioni che concorrono al benessere di una società. Per queste ragioni, il Governo italiano, primo in Europa e tra i Paesi del G7, ha deciso di introdurre in via provvisoria alcuni indicatori di benessere già a partire da questo Documento programmatico. Quindi, accanto agli obiettivi tradizionali - in primis PIL e occupazione che continuano a essere indicatori cruciali al fine di stimare e promuovere il benessere dei cittadini - il Def illustra l'andamento del reddito medio disponibile, della diseguaglianza dei redditi, della mancata partecipazione al mercato del lavoro, delle emissioni di CO2 e altri gas clima alteranti. Per le stesse variabili il Def fissa anche gli obiettivi programmatici». Previsto poi un ampliamento dello split payement. Complessivamente la manovra correttiva dovrebbe portare per l'anno in corso 3,4 miliardi di euro di maggiori entrate, ottenute «con l'efficientamento della gestione tributaria, con misure di lotta all'evasione validate dall'Ue e solo in parte con tagli di spesa».


Francesca Giani
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO